Che grinta Vittoria Segattini: semifinale a Bari

Splendida prova della giovanissima tennista di Arco nel torneo Eta under 12 di Bari

di Luca Avancini | 08 dicembre 2019

Non smette di sorprendere Vittoria Segattini. La piccola arcense, classe 2007, passata da qualche mese sotto le cure del maestro Max Labrocca all’Ata Battisti, si è ritagliata uno spazio da protagonista sulla terra rossa della New Country Tennis Academy di Bari conquistando le semifinali nella seconda edizione della “Nicolaus Cup”, torneo internazionale under 12 inserito nel circuito Tennis Europe Junior Tour. Un evento con la “E” maiuscola che ha attirato oltre 250 giovanissimi tennisti provenienti da ben ventisette paesi, un melting pot di talenti che ha invaso i campi del circolo pugliese regalando spettacolo e interesse. La manifestazione ha adottato il format del “Round robin”: i giocatori e le giocatrici ammessi alla fase finale sono stati divisi in otto gironi da quattro, al termine dei quali soltanto il primo classificato ha potuto accedere al tabellone ad eliminazione diretta. Una formula che puntava ad aumentare il numero dei match disputati da ogni singolo partecipante. 

CHE CARATTERE - La splendida corsa di Vittoria si è fermata a un passo dalla finalissima, la trentina ha dovuto fare i conti con la solidità di palleggio della spagnola Neus Torner Sensano, tennis pulito pochi fronzoli e tanta sostanza. La tennista iberica ha prevalso per 6-2 6-0 imponendo la sua regolarità asfissiante che ha finito presto per scoraggiare la nostra, arrivata in fondo probabilmente un po’ scarica dopo aver speso tanto in termini di energie nervose e fisiche nella durissima battaglia dei quarti con Aurora Nosei, sconfitta per 5-7 7-6(6) 10-8. La Segattini ha lottato come un leone contro la ligure tesserata per il Ct Lerici, mettendo in mostra tutte le sue promettenti qualità tecniche e caratteriali, ma soprattutto restando sempre lucida e precisa nei momenti caldi. Grinta, determinazione, grande reattività, doti che non fanno difetto all’arcense che aveva ben impressionato nella fase di qualificazione con tre successi di spessore. Inserita nel girone F Vittoria aveva avuto ragione all’esordio della francese Lara Maurice, piegata 6-2 3-6 12-10, ha dominato 6-3 6-4 il match con la serba Petra Konjikusic, quindi si è aggiudicata la sfida decisiva con la 3.2 Nicole Molaro, romana del Tc Parioli, battuta 6-3 3-6 10-2. Una prova maiuscola che le ha schiuso le porte del tabellone finale a otto. La Sensano sfiderà in finale la campionessa italiana under 12 Greta Petrillo, laziale di Gaeta, vittoriosa al super tie-break con la campana Francesca De Matteo.

La Segattini era in gara anche nel torneo di doppio, insieme alla romagnola Sveva Azzurra Pansica; le due però hanno ceduto al primo turno 6-4 0-6 10-4 con la siracusana Giuliana Giardina e la rumena Jennifer Scurtu.


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi