Torneo Rodeo Week End All'Ata: vince Ferrarolli

Al 16enne di casa la sfida tutta in famiglia con Mattia Bernardi: successo di partecipazione, oltre cinquanta iscritti

di Luca Avancini | 16 dicembre 2019

La meglio gioventù è sempre in copertina. Protagonisti in A1, Davide Ferrarolli e Mattia Bernardi sono i mattatori anche della prima edizione del Torneo Rodeo Week End maschile organizzato dal Circolo Tennis Ata Battisti e aperto alla partecipazione dei giocatori di seconda, limitatamente ai classificati 2.3. L’ha spuntata Davide, più lucido e reattivo quando la finale si è allungata al super tie-break e si è capito che il 16enne di casa aveva qualcosa in più da spendere sul piano fisico rispetto al compagno di circolo, arrivato in fondo in debito di ossigeno. Mattia si è preso un set di vantaggio, ma poi non ha sfruttato il vento all’inizio del secondo e ha perso sempre più campo e convinzione, merito anche dell'amico rivale, salito decisamente di tono. E’ stata una bella partita, intensa e avvincente, come tutto il torneo. La formula breve prevedeva incontri di due set al meglio dei quattro games (no-advantage) con tie-break sul 4-4, ed eventuale long tie-break ai 10 punti nel caso di un set pari, inutile aggiungere che ha assicurato spettacolo e interesse anche perché il livello tecnico della manifestazione che ha richiamato sui campi di via Fersina oltre una cinquantina di giocatori, era sicuramente piuttosto alto. Ferrarolli si era fatto strada nella parte centrale del tabellone, ha dominato il match dei quarti con il roveretano Mattia Lotti, quindi ha gestito con sicurezza il momento più caldo della sfida con il principale favorito del torneo, il 27enne 2.4 Lorenzo Di Maro, veneto tesserato per il St Georgen. L’atino è partito forte, ha incassato il ritorno del rivale, ma nel super tie-break ha sempre comandato il gioco, con quel misto di personalità e sfrontatezza già ammirate durante il campionato di A1. Mattia, accreditato della seconda testa di serie, è stato bravo ad aggirare le insidie che si nascondevano nella sua zona di tabellone, nei quarti ha dovuto mantenere alta l’attenzione per fronteggiare un avversario aggressivo e sempre pericoloso sul veloce come il 2.5 del Ct Trento Michelangelo Endrizzi, in semifinale ha dovuto recuperare un set di ritardo con il 2.5 vicentino Fabrizio Cavestro, un palleggiatore robusto e regolare che ha costretto il trentino a lunghi e dispendiosi scambi. Pagati poi nella finale. Ottima anche la prova di un altro giovane tennista di casa, Edoardo Cestarollo, capace di arrampicarsi sino ai quarti dopo aver colto un bel positivo con il 2.6 meranese Matteo Rizzi.

 

Singolare maschile Open, limitato a 2.3

Quarti

Di Maro b. Cestarollo 4-2 4-2, Ferrarolli b. Lotti 4-2 4-1, Cavestro b. Scainelli 5-3 4-2, Bernardi b. Endrizzi 5-3 5-3

Semifinali

Ferrarolli b. Di Maro 4-2 1-4 10-4, Bernardi b. Cavestro 3-5 4-1 10-6 

Finale

Ferrarolli b. Bernardi 2-4 4-2 10-4

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi