E' agrodolce la prima finale Itf di Melania Delai

Grande prova in terra greca della 17enne trentina, costretta al ritiro in finale, titolo all'amica Lisa Pigato

di Luca Avancini | 11 novembre 2019

Melania che peccato. La 17enne trentina deve rinunciare in partenza alla sua prima finale Itf, nel 15th Lyttos Beach World Tour, torneo da 15mila dollari in programma a Heraklion nell’isola greca di Creta. “Purtroppo sono stata male tutta la notte - fa sapere -  e la mattina mi sono ritrovata completamente senza energie.” Non c’è stato nemmeno il tempo di recuperare visto che il match era in programma alla 11, l’amica Lisa Pigato, milanese classe 2003, ha incamerato senza nemmeno scendere in campo il suo secondo titolo dopo quello conquistato lo scorso settembre a Tabarka, in Tunisia. Prepotenti segnali di crescita per la ragazzina allenata dal roveretano Jack Oradini, una piccola delusione per l’allieva del tecnico Alessandro Bertoldero, che, c’è da scommetterci, sarà riassorbita in fretta, e che soprattutto non cancella quanto di buono e promettente la Delai ha mostrato durante la settimana sulla terra rossa all'aperto del Lyttos Beach Tennis Academy. Temperamento e personalità, la trentina ha impressionato con un palleggio sempre profondo e incisivo, tanta intensità offensiva, e soprattutto coraggio nei momenti topici, quella lucida e insieme feroce determinazione che ha fatto spesso la differenza in un torneo giocato su livelli sempre più alti, governato con la testa e il carattere, partita dopo partita. La svolta positiva al secondo turno quando Melania, ha fatto sua l’intensa battaglia con la 18enne ceca Anna Siskova, numero 565 e terza testa di serie del torneo, una vittoria che le ha dato consapevolezza e fiducia per spazzare via nei quarti le difese della spagnola Noelia Bouzo Zanotti, numero 956 e dominare 6-4 6-2 con piglio deciso e personalità anche la sorprendente tedesca Eva Lys, classe 2002 come la trentina, nella semifinale di sabato.  Peccato si diceva, anche perché la sfida con la Pigato che ha tinto d’azzurro brillante il torneo cretese, si preannunciava parecchio interessante.“Speriamo Melania si riprenda in fretta - commenta Oradini che ha accompagnato la Pigato nella trasferta - Arrivavamo tutte e due da una bella settimana, sarebbe stato di sicuro un match tutto da seguire. Lisa si è espressa su ottimi livelli, in semifinale era stata protagonista di un match durissimo, con un’avversaria che spingeva forte (la 21enne ceca Barbora Miklova, quarta testa di serie e numero 603 al mondo, n.d.r.), ma è stata molto brava a restare lucida e concentrata per tre ore e mezzo. Ci fermeremo un’altra settimana qui in Grecia - chiude il maestro roveretano - poi torneremo in Italia per provare tutti e due a conquistare nei play-off la serie A1 a squadre, lei con Casale, io con Lecco.” “Dispiace non aver potuto giocare la finale - le parole di Melania - Sono comunque soddisfatta di questa settimana e dell'evolversi del mio gioco. Adesso voglio ripartire ancora più convinta.” Anche la trentina resterà a Creta per giocare il prossimo Itf da 15mila dollari; insieme alla Pigato aveva disputato anche il doppio, le due si erano fermate ai quarti. “Ma insieme formano davvero una bella coppia - sottolinea Oradini - tra loro c’è un buonissimo feeling.”


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi