Serie A1: amaro debutto casalingo per l'Ata Trentino

Troppo forte Vigevano, discorso chiuso già nei singolari

di Luca Avancini | 21 ottobre 2019

Resta tutto in salita il torneo dell’Ata. Dopo la pesante sconfitta all’esordio con il Parioli la formazione trentina è incappata in una nuova battuta d’arresto sui campi di casa con lo Sporting Club Selva Alta di Vigevano. Tutto sommato prevista perché per fermare una corazzata come quella lombarda serviva un’impresa con la I maiuscola. Senza Bellotti e senza il miglior Grigelis tutto è diventato tremendamente più difficile per l’Ata. Il tennista lituano è apparso troppo discontinuo per reggere il confronto con il 23enne milanese Filippo Baldi, numero 163 delle classifiche mondiali, ha avuto un sussulto d’orgoglio in avvio di secondo set allungando sul 3-1 con il servizio a disposizione, ma gli errori di un diritto piuttosto ballerino hanno provveduto a spegnere sul nascere le velleità di Grigelis. Marco Brugnerotto, preferito a Bellotti, ha lottato con coraggio, ma senza troppa fortuna opposto al 30enne Roberto Marcora, numero 187 delle graduatorie Atp, centonovantatre centimetri di altezza, fisico da corazziere e un gran rovescio a una mano tirato sempre a tutto braccio. Poco ha potuto anche Mattia Bernardi con il 29enne bielorusso di Minsk Uladzimir Ignatik, numero 326, ma con un best ranking da 129, l’unica piccola illusione l’ha regalata il 16enne Davide Ferrarolli che ha giocato un ottimo primo set, per intensità e qualità, con il 2.4 Davide Dadda, ma poi è rimasto un po’ troppo sulla difensiva consentendo al lombardo di recuperare campo e fiducia nel terzo e decisivo set. L’orgoglio dei padroni di casa ha tenuto vivo il confronto nei doppi, anche a risultato ormai acquisto, Grigelis e Brugnerotto hanno piegato al super tie-break Baldi e Ignatik, Bernardi e Ferrarolli hanno accarezzato il colpaccio con Dadda e Marcora. L’1-5 rende meno amaro il verdetto, ma l’Ata resta dietro per differenza incontri con Bologna che ha spaventato il Parioli, cedendo solo ai doppi. La sfida tra sette giorni, sempre all’Ata, con i felsinei diventa quindi un passaggio cruciale nella lotta salvezza. Da non sbagliare.  

I COMMENTI - “Vigevano e Parioli sono obiettivamente fuori dalla nostra portata - ha ammesso alla fine il presidente dell’Ata Renzo Monegaglia - dobbiamo fare la nostra corsa su Bologna. Domenica ci aspetta quindi un autentico spareggio, sarebbe importante strappare un risultato positivo per provare poi nel girone di ritorno ad agguantare una vittoria pesante. Il nostro obiettivo resta la salvezza, che avrebbe lo stesso valore di uno scudetto. Sui giovani stiamo investendo gran parte delle nostre risorse, per questo mi aspetto qualcosa di più da loro nelle prossime partite.”   

 

Serie A1 maschile - I risultati della seconda giornata - Girone 2

 

ATA TRENTINO - SPORTING CLUB SELVA ALTA VIGEVANO 1-5

Baldi (S) b. Grigelis 6-2 6-4, Marcora (S) b. Brugnerotto 6-3 6-4, Ignatik (S) b. Bernardi 6-2 6-1, Dadda (S) b. Ferrarolli 3-6 6-3 6-4, Brugnerotto-Grigelis (A) b. Baldi-Ignatik 6-2 6-7(1) 10-4, Dadda-Marcora (S) b. Bernardi-Ferrarolli 6-3 6-7(5) 10-5

 

CT BOLOGNA - CT PARIOLI ROMA 2-4

Fago (O) b. Pancaldi 6-3 3-6 4-3 rit, Mercuri (B) b. Cobolli 6-3 7-5, Gaio (B) b. Pavic 6-2 7-6(5), Bessire (P) b. Righi 6-2 6-2, Bessire-Pavic (P) b. Mercuri-Righi 6-1 6-2, Cobolli-Fago (P) b. Gaio-Pedrini 7-5 6-2

 

CLASSIFICA: Sc Alta Selva Vigevano e Ct Parioli punti 6, Ct Bologna e Ata Trentino punti 0. Prossimo Turno - domenica 27 ottobre: Sc Alta Selva Vigevano-Ct Parioli; Ata Trentino-Ct Bologna 


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi