La Toscana protagonista ai Supertennis Awards

Al pala Nuvola Lavazza di Torino tanti premiati toscani. La formazione del Tc Prato femminile campione d'Italia, Lorenzo Musetti come miglior giovane, Jasmine Paolini per la miglior tennista italiana e Andrea Volpini tecnico dello staff di Jannik Sinner

21 dicembre 2019

A Torino, pala Nuvola Lavazza, è andata in scena la seconda edizione dei Supertennis Awards. Una bella serata di tennis con i tanti protagonisti di un 2019 da favola per il tennis italiano. Non poteva mancare la Toscana che è stata senz'altro una delle regioni protagoniste con i suoi atleti e maestri. Il primo a salire sul palco è stato Lorenzo Musetti che ha ricevuto il premio per il miglior giovane grazie alla vittoria dell'Australian Open Junior e alla crescita costante che è riuscito ad ottenere. Il riconoscimento glielo ha consegnato Filippo Volandri che è stato anche simpatico perchè alla domanda quale consiglio gli daresti ha risposto "Bisogna allenarsi insieme sul servizio". Sappiamo tutti che per Filo è sempre stato il suo tallone d'acchile. A seguire la squadra di serie A del Tc Prato che è stata premiata da Lea Pericoli con le giocatrici Martina Trevisan e Beatrice Ricci insieme al capitano Gianluca Rossi e al direttore sportivo Fausto Fusi. A questo punto la scaletta prevedeva il miglior insegnante e ad essere premiato è stato Andrea Volpini maestro di Colle Val d'Elsa e nello staff del coach Riccardo Piatti che allena Jannik Sinner che ha voluto fotografarsi con le dirigenti della nostra regione "Sono molto contento di questo premio e sei anni fa ho fatto la scelta di seguire Piatti e Jannik - spiega Volpini - sono legato alla nostra regione ma l'opportunità è stata troppo importante e ora ho la possibilità di seguire e migliorare un ragazzo eccezionale" Infine a prendere gli applausi del Pala Nuvola di Torino è stata Jasmine Paolini prima giocatrice in classifica mondiale italiana e toscana doc "Sono di bagni di Lucca anche se sono nata a Castelnuovo Garfagnana perchè a bagni non c'è l'ospedale - dice la giocatrice numero 95 al mondo - ora potrò andare agli Australian open senza giocare le qualificazioni e spero di poter salire ancora di più in classifica". Al termine tanti applausi e l'appuntamento al 2021 per le Final Atp che si disputeranno proprio a Torino. 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi