A1 M, la pazza giornata di Maglie: lacrime, gioia e...salvezza

I salentini battono il TC Vomero (4-2) e chiudono il girone 4 al secondo posto, evitando i play out. La gioia di Portaluri: “In 300 per spingerci alla vittoria”

di Giuseppe Bellino | 18 novembre 2019

Una giornata infinita, dove tensione e paura hanno lasciato spazio a gioia e commozione. Missione compiuta per il Circolo Tennis Maglie: la squadra salentina ha conquistato la salvezza nel campionato di A1, chiudendo al secondo posto del girone 4. I ragazzi di Mattia Leo e Marco Baglivo hanno battuto il TC Vomero nell’ultimo match della stagione per 4-2. La partita è rimasta in bilico fino alla fine a causa della parità assoluta nei singolari. Il primo punto del match è andato ai campani con la vittoria di Facundo Juarez su Francesco Garzelli (6-0 6-4), Erik Crepaldi ha pareggiato i conti battendo in due set Miliaan Niesten (6-3 6-2), Geoffrey Blancaneaux ha portato in vantaggio i salentini chiudendo 6-0 6-0 il match contro Giuseppe Caparco. Nell’ultimo singolare Giammarco Cacace si è aggiudicato la maratona contro Giorgio Portaluri: il tennista campano è riuscito a spuntarla al tiebreak del terzo set dopo due ore e ventisette minuti di gioco.
I doppi hanno premiato il CT Maglie: Blancaneaux e Portaluri hanno sconfitto Di Nicola-Cacace 6-3 3-6 10-6 e la coppia Crepaldi-Garzelli ha avuto la meglio su Niesten-Caparco per 4-6 7-5 12-10. Due matchtiebreak hanno regalato la salvezza al CT Maglie: e pensare che nel match contro il CT Vela Messina era stata proprio la partita finale del doppio a condannare il team salentino al pareggio, costringendolo così a vincere nell’ultima giornata di campionato per evitare i playout.
L’uomo simbolo della ‘pazza’ giornata magliese è senza dubbio Giorgio Portaluri: il 29enne, storica bandiera della squadra, ha perso il singolare al tiebreak e ha messo a rischio il risultato. Nonostante la delusione, l’esperto tennista è entrato in campo nei doppi e ha regalato il punto decisivo ai propri tifosi, scoppiando in lacrime alla fine del match: “Rientrare in campo dopo aver perso 7-6 al terzo non è mai facile – spiega Portaluri, visibilmente emozionato -. Giocare queste partite in casa è davvero stupendo, oggi ci hanno seguito in 300 nonostante la giornata invernale. La spinta del pubblico ci riempie di energia e non ci fa mollare mai”.
Al termine dell’ultimo doppio è partita la festa sugli spalti del circolo: canti e cori per festeggiare la permanenza nella massima serie. “Questa giornata ci ha regalato emozioni indescrivibili – spiega Mattia Leo, capitano del CT Maglie -, per la prima volta siamo riusciti a conquistare entrambi i match di doppio e a blindare il secondo posto. Ringrazio i ragazzi che sono scesi in campo: sono loro i veri protagonisti di questa impresa”.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi