Casale si riprende l’A1. E guarda già lontano

Un anno dopo la retrocessione, la Canottieri Casale si è ripresa la massima serie femminile. Un traguardo annunciato, malgrado qualche brivido durante i play-off. Ma una squadra così competitiva merita la promozione e adesso può fissare obiettivi importanti.

10 dicembre 2019

La volevano, la meritavano e se la sono riguadagnata lottando sul campo. A dodici mesi dalla retrocessione del 2018, la Canottieri Casale Monferrato ha riconquistato il proprio posto nella Serie A1 femminile, con una promozione attesa da settimane ma ugualmente sofferta, nel doppio duello contro le altoatesine del Ct Rungg di Appiano (Bolzano). La festa è scattata alle 18:49, quando Lisa Pigato e Mihaela Buzarnescu hanno conquistato il punto del definitivo del 3-2, chiudendo al doppio di spareggio una giornata iniziata quasi nove ore prima.

Una domenica “folle” che nei primi quattro incontri ha rovesciato esattamente tutti i risultati della gara d’andata giocata otto giorni prima e portando a un nuovo 2-2. Equilibrio che ha reso a suo volta necessaria la disputa di un altro doppio: la formazione ospite ha deciso di schierare la stessa coppia che aveva appena firmato il pareggio, mentre capitan Massola ha cambiato le carte in tavola, mandando in campo la baby stellina lombarda Pigato a fianco della rumena Buzarnescu, top 20 Wta poco più di un anno fa. Due nomi che adesso, a cose fatte, fanno sognare in grande in vista del 2020. Intanto, nel momento clou di questa stagione, non hanno tradito le attese, riportando il team dove merita.

E così, dopo l’ultimo punto, sul Centrale della Canottieri è scattata la festa, con salti di gioia, sorrisi e le giocatrici in tribuna a intonare cori insieme ai sostenitori, sempre presenti a fianco di una squadra che può già fissare obiettivi importanti per la prossima stagione. Con una “vivaio” tanto promettente come Lisa Pigato, due ottime giocatrici come Enola Chiesa e Stefania Rubini, oltre a una numero 1 del calibro della Buzarnescu, le piemontesi possono fare davvero tanta strada. Anche nel massimo campionato. Nel frattempo, la domenica dopo la vittoria, le ragazze si sono regalate anche una passerella sul campo del PalaFerraris, a pochi minuti dal fischio d’inizio dell’incontro Casale Monferrato-Torino della Serie A2 di pallacanestro. Per raccogliere, dalla città, altri meritatissimi applausi.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi