La domenica bestiale di Casale: 10 a 0 in A2

In una giornata di Serie A1 e A2 avara di soddisfazioni per le piemontesi, la Canottieri Casale va controcorrente. I ragazzi colgono la prima vittoria stagionale a Messina (6-0), mentre le ragazze conquistano il terzo 4-0 consecutivo e si confermano fra le principali candidate alla promozione

23 ottobre 2019

Le altre piemontesi faticano, fra pareggi e sconfitte. La Canottieri Casale vola. E lo fa in una domenica da ricordare. Sarebbe stata comunque storica per l’inaugurazione dei nuovi campi del circolo di Viale Lungo Po Gramsci, col taglio del nastro da parte del presidente Giuliano Cecchini, e lo è diventata ancor di più per le splendide prestazioni delle due formazioni di Serie A2, quella maschile e quella femminile. Entrambe hanno vinto senza cedere alcun match, i ragazzi per 6-0 in Sicilia e le ragazze per 4-0 in Puglia, realizzando un incredibile 10/0 complessivo.

Un cappotto prezioso
Particolarmente preziosa la vittoria del team maschile, che dopo aver raccolto un solo punto nelle prime due giornate aveva bisogno di scuotersi e l’ha fatto in trasferta, dominando la sfida col Circolo Tennis Rocco Polimeni di Reggio Calabria. Un duello curiosamente giocato dall’altro lato dello “stretto”, sui campi in moquette del Cus Messina, sede degli incontri casalinghi dei calabresi. Pur senza nessuno dei suoi big, i monferrini non hanno ceduto neanche un set in sei incontri, raccogliendo i tre punti e inserendosi nel gruppetto di tre formazioni appaiate a quota 4, subito alle spalle della capolista Filari Tennis.

Ragazze imbattute
Senza appello anche il successo delle ragazze, che contro il Circolo Tennis Bari hanno collezionato il terzo 4-0 in altrettante giornate, diventando l’unica formazione di Serie A2 a non aver ancora ceduto un singolo match. Protagoniste della vittoria Stefania Rubini, Elitsa Kostova e la giovane stellina lombarda Lisa Pigato, che si è concessa il lusso di battere l’ex numero 101 del mondo Zuzana Kucova. E così anche un duello che alla vigilia sembrava complesso si è trasformato in una formalità, ribadendo le ambizioni delle racchette alessandrine. Erano date fra le principali candidate alla promozione, e sin qui non hanno sbagliato un colpo.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi