LA FESTA DEL TENNIS MARCHIGIANO

Una stagione spettacolare celebrata con le massime autorità dello sport regionale

27 dicembre 2019

La tradizione marchigiana vuole che ogni anno, a pochi giorni dal giorno di Natale, giocatori , dirigenti, circoli, tennis, padel, beach tennis e arbitri  si riuniscano insieme al comitato della FIT Marche per festeggiare e salutare la  stagione ormai conclusa. Splendida cornice dell’evento è stato  l’Hotel See Bay di Portonovo che ha ospitato oltre 200 persone, alla presenza del comitato regionale con in testa il presidente Emiliano Guzzo, del presidente e vice presidente del del CONI Marche  Fabio Luna e Giovanni Torresi, del  Responsabile della Segreteria del Presidente della Regione Marche, Fabio Sturani oltre ad ospiti provenienti da altre federazioni sportive come ad esempio la pallacanestro rappresentata da Davide Paolini, presidente della FIP Marche.  Tantissimi i premi ai più meritevoli e ai vincitori dei vari campionati individuali e a squadre ma anche l’occasione per fare il bilancio dell’annata con numeri e dati elencati dal presidente Guzzo che hanno evidenziato l’alta qualità del movimento locale nell’ultimo decennio.
Da registrare l’incremento del 4 % delle affiliazioni e del 40 per cento dei tesserati rispetto a 10 anni fa, con oltre 300 tornei organizzati dai circoli quest’anno,  ben 2 ATP Challenger, a Recanati e San Benedetto del Tronto , a cui si aggiungerà un terzo  organizzato al Baratoff di Pesaro. Durante la mattinata sul maxi schermo sono passati tutti i servizi Made in Marche realizzati dal canale SuperTennis ma soprattutto sono stati trasmessi i messaggi di auguri di due tennisti, fiore all’occhiello dell’intero movimento marchigiano, italiano e internazionale: Stefano Travaglia e Elisabetta Cocciaretto.
Presente tutto il comitato regionale con i vice presidenti Paolo Scandiani e Andrea Bolognesi, i consiglieri Andrea Pallotto, Federica Pradarelli, Alessandro Paoletti, Roberto Angelini insieme ad i delegati provinciali.
Le parole del presidente Guzzo:” Mi preme ringraziare i dirigenti di tutti i Circoli Marchigiani che con la loro passione e il loro sacrificio sono la base del nostro movimento,  i maestri  e gli istruttori  che giorno dopo giorno lavorano con i nostri ragazzi sul campo tra 1000 difficoltà. I genitori dei ragazzi che supportano e sopportano l’attività dei loro figli, il Settore dei Giudici Arbitri senza la pazienza e il lavoro dei quali non potremmo svolgere tutte le nostre Manifestazioni,  i miei colleghi del  Comitato Regionale   con i quali pazientemente e solertemente divido la responsabilità di pianificare e programmare l’attività del Tennis Marchigiano.
 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi