Il Park Tennis Genova si arrende all'ultimo punto contro Selva Alta

Ci vuole il doppio di spareggio dopo che i genovesi avevano ribaltato il 4-2 dell'andata della semifinale scudetto

di Enrico Casareto | 01 dicembre 2019

Così fa male, malissimo. Il Park Tennis Club Genova vede svanire il sogno Finale al doppio di spareggio della Semifinale del Campionato Nazionale di Serie A1: alla ‘finalissima’ di Lucca, dove incontrerà Messina, va Selva Alta, capace di annullare addirittura due match point.

 

Tutto perfetto per il Park fino al doppio di spareggio. Si doveva rimontare il 4-2 dell’andata e così è stato, contro pronostico. Lorenzo Musetti e Gianluca Mager hanno vinto i loro rispettivi singolari, contro Dadda e Baldi. Il giovane e promettente classe 1995 francese Anthoine Hoang ha invece avuto la meglio sul “genovese” Pablo Andujar, mentre Simone Bolelli ha alzato bandiera bianca contro Roberto Marcora. A quel punto è venuto fuori l’agonismo dei ragazzi del circolo di via Zara: l’azzurro di Davis Bolelli si è sbarazzato del tandem Marcora-Dadda agilmente, in coppia con Lorenzo Musetti (6/1 6/1). Miracolosi Mager e Giannessi, schierato strategicamente solo in doppio perché non al meglio. Lo spezzino è stato vorace, concreto e seriale e ha preso per mano il sanremese, riuscendo nell’impresa di strappare il punto del 4-2, contro i forti Hoang e Baldi (6/4 6/2). La parola dunque al doppio di spareggio.

 

Il campo numero 6, al coperto causa pioggia, si è così trasformato in un’arena, strapieno di sostenitori di entrambe le squadre, che hanno infuocato l’atmosfera. I due capitani hanno deciso di affidarsi alle stesse copie dell’ultimo doppio. Out Bolelli, dentro i due storici cavalli del circolo ‘Gianna’ e ‘Maggy’: 7/5 il primo set a favore del Park, 6/2 per Selva Alta il secondo. A quel punto sotto col super tie break, dove i lombardi sono stati capaci di annullare due match point e di chiudere 11-9. Festa grande per gli ospiti, dramma sportivo per il club di via Zara.

 

La parola al Presidente del Park, Paolo Givri: <<Siamo arrivati vicinissimi a un’impresa pazzesca, i ragazzi e i nostri tifosi sono stati fantastici. Abbiamo assistito a una giornata di tennis di altissimo livello, così chiaramente fa male perdere. Queste sconfitte qui fanno però venire ancora più voglia di riprovarci, saremo ancora qui l’anno prossimo e ci riproveremo. Un grazie speciale a chi oggi ha sostenuto la squadra, encomiabili>>. 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi