Il punto sulle genovesi in serie A

Si avvicina il traguardo delle semifinali per il Park Genova. Non è andata bene invece al TC Genova femminile

di Enrico Casareto | 29 ottobre 2019

Prosegue senza intoppi la marcia del Park Genova in A1. In campo Simone Bolelli contro Torre del Greco.

Si avvicina il traguardo delle semifinali per il Park Genova, che domenica scorsa in via Zara ha schiantato 5-1 il Torre del Greco, indicato alla vigilia come principale avversario dei gialloblu nella corsa al primo posto del girone di regular season.

Per l’occasione è sceso in campo anche Simone Bolelli, alla prima uscita con la maglia del Park. L’arrivo all’ombra della Lanterna per la serie A1 è stato vissuto come un vero evento da parte del pubblico genovese. Un esordio quello di Simone, fra l’altro vincitore nel 2015 assieme a Fognini dell’Austrlian Open in doppio, molto apprezzato da un folto pubblico  che è stato ripagato dall’azzurro di Davis con una prestazione di grande classe, come comprovato dal netto 6/2 6/3 nei confronti di Cozzolino con il quale Bolelli ha firmato il primo punto per la squadra di casa.

Accolto con grande calore all’ombra della Lanterna, il doppista della nazionale, salutato dai soci del Park e dagli appassionati già in occasione della rifinitura del sabato pomeriggio, ha avuto modo di  ricordare  il suo recente passato con la maglia dell’Aniene ma la sua attuale totale dedizione alla causa gialloblu.

“ Con la Canottieri Aniene ho vinto due scudetti  e la rivalità agonistica con il Park Genova si sentiva naturalmente, abbiamo giocato grandi battaglie ma i miei compagni attuali li conosco tutti bene , si tratta di un gruppo molto unito, con un vivaio importante che in competizioni come la serie A1 può fare la differenza. L’obiettivo è sicuramente lo scudetto, anche se Torre del Greco è forte e Selva Alta è temibile”.

Il campo ha poi parlato a favore dei gialloblu, non solo grazie a Bolelli, che in doppio assieme a Luca Prevosto ha portato a casa anche il suo secondo punto, ma anche in virtù dei  facili successi ancora di Prevosto in singolare, di Mager (contro l’ex 23 del mondo Garcia Lopez), di Alessandro Giannessi, ottimo contro Gianmarco Moroni battuto 2/6 6/2 6/4 in due ore e mezza. Unico punto per i campani è stato quello strappato a Mager e Giannessi in doppio.  L’appuntamento per la capolista è ora venerdì 1 novembre a Massa Lombarda e poi in via Zara domenica 3, avversario di turno l’Angiulli Bari..

Una sconfitta e un pareggio per le squadre del TC Genova

Non è andata bene invece al TC Genova femminile, battuto  3-1 domenica dalle tradizionali avversarie del TC Prato in Toscana. Le biancorosse, prive nell’occasione di Ludmila Samsonova e Lucia Bronzetti, hanno portato a casa il punto della trentanovenne Albert Brianti che ha battuto 3/6 6/4 6/4 Kucova in due ore di gioco, ma hanno ceduto i singoli di Giulia Remondina e Denise Valente e il punto del doppio, con Brianti e Valente superate 7/5 6/2 da  Trevisan e Stefanini.

Prossimo doppio turno prima a Faenza e poi in casa con il Lumezzane per le ragazze del capitano Mauro Balestra.

Domenica agrodolce per la squadra maschile del TC Genova, impegnata in serie A2. Agli Orti Sauli, contro il TC Vicenza, sono andati a segno Francesco Picco, Nicolò Turchetti e il francese Stephan Robert, che ha superato 7/6 al terzo Speronello. E’ andata male invece a Arnaldi e ai due doppi, formati da Robert e Picco e da Arnaldo /Motti. Dura da digerire soprattutto la sconfitta di Robert e Picco al super tie break 10-3 contro Del Santo e Peruffi.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi