Coppa d'Inverno, l'Emilia Romagna vince con il cuore la fase a gironi

Torna la Coppa d'Inverno in "casa" nello splendido Sporting Club Sassuolo che oltre alla magnifica struttura regala la migliore ospitalità emiliana e i ragazzi di Gianluca Borghi e Lorenzo Manfredi non si lasciano sfuggire l'occasione cogliendo il successo finale che li proietta per la fase finale a Tirrenia.

16 dicembre 2019

E' stato un lunghissimo week end di tennis con fortissime emozioni accompagnate da un tennis di alto livello in relazione alla categoria dei giovanissimi atleti.

Partita con la seconda testa di serie accreditata la compagine emiliano-romagnola (Sicilia n.1) il venerdì incontra i ragazzi abruzzesi ed è stata subito lotta. Dopo i primi due singoli vinti uno per parte l'Abruzzo vince il terzo incontro e quindi spetta alla Pansica riportare in parità i singoli vincendo al tie-break finale del terzo set con grande prova di carattere. Forse qui si è visto il cambiamento di mentalità che ha portato l'intera squadra a vincere tutti i tie-break decisivi; complimenti ai maestri. La seconda indicazione in questo primo turno l'hanno data i doppi che hanno vinto senza sofferenze.

La seconda giornata opposta alla Puglia, l'Emilia parte con il piede giusto portandosi dopo i singoli 3 a 1 con una bellissima partita della emiliana Carpi (2006) che ha sconfitto contro pronostico la pugliese Paganetti già convocata per le rappresentative nazionali nei tornei ETA, facile il punto decisivo del doppio maschile che apre le porte alla finale con la Sicilia.

Un posto solo per Tirrenia, l'avversario più ostico che in precedenti edizioni ha eliminato l'Emilia anche se sempre di strettissima misura. I siciliani che presentano in formazione ragazzi come Cinà vincitore della Lambertenghi partono subito forte e pur giocando al meglio delle possibilità i ragazzi di casa vanno sotto per 3 a 1 nei singolari con la sola vittoria del 2006 Angelini. Ma il risultato parzialmente negativo non ha scoraggiato la squadra che ha ripresentato nei doppi gli stessi giocatori dei singolari, due vere battaglie concluse ambedue al super tie-break . Le partite sono state giocate colpo su colpo con il risultato sempre in bilico e dove a parità di tecnica ha prevalso la forza mentale, la volontà di vincere e la compattezza del team. 3 a 3 e tutto si è giocato nel doppio misto di spareggio. Carpi-Angelini la coppia emiliano-romagnola a sostenere la responsabilità dell'incontro decisivo; emozione ai massimi livelli i ragazzi siciliani partono sorretti da gran fiducia che compete ai favoriti e giocando veramente bene si portano 64 52 0-30 sul servizio di Angelini quindi a due punti da match e partita praticamente finita ma non per i ragazzi e neppure per Gianluca Borghi in panchina che è sempre stato positivo. E così è successo quello che non di rado accade nel nostro sport, rimonta sino al super tie-break, due match point annullati dai siciliani e vittoria finale per 11/9 con volèe vincente della Carpi, emozione, festa abbracci e rispetto ed amicizia per gli avversari. C'è stato veramente di tutto, una giornata che i ragazzi non dimenticheranno.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi