Serie A1 maschile due pareggi

Entrambe le formazioni Vomero e New Torre del Greco pareggiano nella seconda giornata

di Maria Grazia Ciotola | 21 ottobre 2019

Due pareggi importanti per le squadre campane di A1 nella seconda giornata di campionato. Il Vomero conquista il primo punto nel girone 4, in casa contro il Prato (3-3), il New Torre del Greco sfiora il blitz esterno con il Massa Lombarda (3-3), arrivando ai doppi in vantaggio 3-1, ma chiudendo sul 3-3. La formazione napoletana smuove la classifica e fa il primo passo importante; i vesuviani sono secondi e in piena corsa per i playoff scudetto. In via Rossini, oltre seicento appassionati si sono radunati nello storico impianto adiacente allo stadio Collana per assistere al ritorno del TC Vomero in serie A1 dopo oltre 40 anni. C’era grande attesa per l’esordio dell’azzurro di Coppa Davis Thomas Fabbiano che non ha deluso: battuto il numero 1 dei toscani, lo slovacco Horansky, 6-3 4-6 7-5 con una splendida rimonta da 3-5 nella partita decisiva. In singolare applausi anche per Gianluca Di Nicola, alla “prima” al Vomero, che ha regalato il secondo punto ai napoletani (6-0 6-0 a Stefanini). Ko invece i due “vivai” Giuseppe Caparco e Gianmarco Cacace. In doppio il Vomero andava sull’orlo del ko, con Fabbiano-Di Nicola che cedevano a Horansky-Iannaccone 6-2 6-3. Il pareggio definitivo (3-3) arrivava grazie alla collaudata coppia Esposito-Cacace, che batteva 6-3 7-6, con un tie break thrilling, finito 14-12, contro Trevisan-Stefanini. In trasferta il New Torre del Greco dominava il Massa Lombarda fino ai due doppi conclusivi. In singolare 3-1, con l’esordio vincente di Raul Brancaccio, top 300 del mondo, su De Bernardis 6-1 6-2, ma anche con i punti di Antonio Mastrelia (in un derby napoletano contro Riccardo Perin) e dello spagnolo Garcia Lopez, sicuro contro Ocleppo 7-5 6-3. In doppio sembrava tutto facile, ma prima Cozzolino-Mastrelia subivano la rimonta di Perin-Rottoli 3-6 7-6 e super tiebreak finale 10-8; poi Brancaccio-Garcia Lopez, sempre nel tie break finale e sempre 10-8, cedevano a Ocleppo-De Bernardis (2-6 6-4 10-8). Un peccato davvero.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi