A Giannicola Misasi gli assoluti regionali

Il giovane tennista cosentino si impone nel torneo disputato allo Sporting Club di Mendicino battendo in finale Antonio Pileggi

07 novembre 2019

Un giovane in continua crescita e un ragazzo, certamente più maturo, che è ritornato sui campi da tennis dopo diversi anni, ma che sta scalando le classifiche in fretta. Sono stati loro i protagonisti della finale degli assoluti regionali calabresi, disputati sui campi dello Sporting club di Mendicino, centro alle porte di Cosenza: Giannicola Misasi (2.4) e Antonio Pileggi (3.1). Percorso netto per i due finalisti che sono arrivati all’atto conclusivo del torneo senza perdere nemmeno un set; Misasi ha superato in semifinale Luca Summaria con il punteggio di 6-3, 6-2, mentre Pileggi ha sconfitto Stefano Aiello sempre in due partite, 6-3, 6-0. In finale, quindi, è stata una sfida che ha visto in campo due giocatori “emergenti”, anche se in maniera decisamente diversa; Misasi ha da poco compiuto 19 anni ed è considerata una delle grande promesse del tennis calabrese, mentre Pileggi ha superato i 30 ed è ritornato a giocare a tennis dopo aver abbandonato palle e racchette per diversi anni. Ed è stato proprio il lametino a partire meglio portandosi subito sul due a zero, ma, una volta annullata la palla del tre a zero, Misasi si è sbloccato, è riuscito a rimontare ed ha chiuso il parziale con il punteggio di 6-3. Nel secondo, poi, il tennista cosentino ha fatto valere la sua miglior classifica ed ha chiuso 6-2, non senza qualche difficoltà.

Un torneo comunque positivo per entrambi, al culmine di una stagione nel corso della quale i due sono riusciti a centrare diversi obiettivi: Misasi, infatti, ha ottenuto i punti necessari per crescere in classifica e sarà presto di categoria 2.2. Il diciannovenne cosentino, inoltre, in queste ultime settimane, punta ad ottenere qualche punto Atp. Pileggi, invece, ha raggiunto i punti necessari per il passaggio in seconda categoria e passerà da 3.1 a 2.8.

Dunque un finale di stagione decisamente positivo per entrambi, in attesa di un 2020 in cui saranno chiamati a nuove conferme e ad alzare ancor di più l’asticella.

 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi