Un affaticato Seppi esca ad Auckland

Si è fermata mercoledì mattina negli ottavi di finale la corsa di Andreas Seppi nell’ATP 250 di Auckland in Nuova Zelanda. Il 35enne di Caldaro si è dovuto arrendere al numero 69 del mondo, il britannico Kyle Edmund, in due set per 6-3, 7-6(4).

di Manuel Tabarelli | 15 gennaio 2020

Per Seppi, che solo poche ore fa ha battuto nel sul match d’esordio la testa di serie numero 7 francese Adrian Mannarino, era la quarta sconfitta nel quinto confronto diretto con Edmund. Il 25enne britannico, che sette anni fa ha vinto il torneo ITF di Bolzano, si è affermato nel 2016 ad Anversa per la prima volta su Seppi, poi due volte nel 2018, agli Australian Open e nel Masters 1000 di Shanghai. L’azzurro ha invece sconfitto Edmund due anni fa nel Masters 1000 di Monte Carlo. 

 

Oggi Edmund è partito fortissimo. Il britannico ha sprecato tre palle break nel terzo gioco, poi ha piazzato il break del 3-1. Il numero 69 del ranking ATP ha controllato questo vantaggio, chiudendo poco dopo il primo set sul 6-3. 

 

Nella seconda frazione di gioco l’azzurro è scappato subito sul 4-1. Edmund non si è arreso, conquistando il rebreak del 4-3. Nell’undicesimo game il caldarese ha ceduto nuovamente il turno di battuta, poi però ha risposto con il rebreak del 6-6. Nel tiebreak Seppi era già avanti per 3-2, ma poi ha perso cinque dei prossimi sei punti, consentendo ad Edmund di imporsi dopo un’ora e 34 minuti di gioco per 7-4. 

 

Seppi saluta Auckland con 9.320 dollari di montepremi vinti e 20 punti ATP. Ora l’azzurro si sposta a Melbourne, dove la prossima settimana iniziano gli Australian Open, il primo Slam della stagione. Seppi partirà, come il pusterese Jannik Sinner, nel tabellone principale. Il main draw verrà sorteggiato giovedì mattina. 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi