Seppi e Sinner all’ATP 250 di Auckland

Dopo l’amara sconfitta subita nel secondo turno del primo torneo stagionale a Bendigo, Andreas Seppi e Jannik Sinner ritornano la prossima settimana nel circuito ATP. I due portacolori altoatesini giocano nel tabellone principale dell’ATP 250 di Auckland.

di Manuel Tabarelli | 11 gennaio 2020

Il 35enne caldarese Seppi doveva giocare nelle qualificazioni di Adelaide, poi però è scivolato direttamente nel main draw di Auckland, visto che due wild card non sono state assegnate. Seppi, attuale numero 71 del mondo, è stato sfortunato nel sorteggio: all’esordio se la vedrà con la testa di serie numero 7 Adrian Mannarino (ATP 43). L’azzurro in carriera ha già giocato nove volte contro il 31enne francese. Il bilancio è quasi in parità, con quattro vittorie per Seppi e cinque per Mannarino. L’altoatesino ha battuto il francese nel 2015 a Düsseldorf, l’anno dopo nel Masters 1000 di Cincinnati, nel 2016 a Nottingham e due anni fa nel Masters 1000 di Shanghai per 6-4, 6-4. Mannarino si è invece imposto sia l’anno scorso che due anni fa in semifinale di Mosca, nel 2017 nella semifinale di Antalya. Prima ha battuto Seppi nel 2008 a Metz e nel 2016 a ‘s-Hertogenbosch.

 

Seppi partecipa per la prima volta in assoluto al torneo neozelandese, così come Jannik Sinner, entrato nel tabellone grazie ad una wild card. Sia per Seppi che per il pusterese, che la prossima settimana giocherà il suo 10° torneo ATP in carriera, sarà anche l’ultimo test in vista del loro prossimo importantissimo impegno. Infatti, dopo il torneo di Auckland, i portacolori altoatesini si trasferiscono a Melbourne, dove è in programma il primo Slam dell’anno, gli Australian Open. 

 

Neanche il Next Gen azzurro, numero 78 del mondo, ha avuto un facile sorteggio. L’allievo di coach Riccardo Piatti troverà come Seppi un francese, ovvero Benoit Paire. Il numero 24 del ranking ATP è accreditato dalla quinta testa di serie e l’anno scorso ha vinto addirittura due ATP 250 a Marrakech e Lione. Nessun precedente tra Sinner e Paire. Il miglior risultato dell’altoatesino nel circuito ATP, oltre al titolo Next Gen, è la semifinale a metà ottobre, persa contro lo svizzero Stan Wawrinka. 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi