-

Europei: l'Italia va a caccia di conferme

Al Bola Padel Club di Roma dopo il buon debutto e la giornata di riposo, gli azzurri sfidano la Polonia, mentre le ragazze cercano il bis con l'Olanda

06 novembre 2019

Chi ben comincia è a metà dell’opera. È iniziata infatti con il botto l’undicesima edizione dei campionati europei di Padel per l’Italia di Gustavo Spector e Marcela Ferrari. Al Bola Padel Club, le due compagini azzurre hanno fatto registrare due vittorie schiaccianti contro la selezione russa, presente sia nel girone maschile che femminile della nazionale italiana. Un successo netto come ampiamente previsto alla vigilia senza perdere neanche una sola partita nei due rispettivi scontri diretti.

Anche mercoledì non sono mancati spettacolo e spunti d’interesse di vario tipo malgrado la giornata di riposo delle due squadre azzurre. Davanti ad una nutrita presenza di pubblico sul campo centrale, si sono ben distinte le britanniche, abili a superare la Germania in un match senza storie giocatosi nella suggestiva cornice del campo centrale. Facile vittoria anche al maschile per i britannici contro il piccolo Principato di Monaco, mentre è stato più combattuto invece il triplo scontro tra Germania e San Marino all’interno dei campi indoor. San Marino, guidata dall’ex pro Angel Ruiz Munoz, non ha affatto sfigurato vincendo la prima partita salvo poi cedere nelle successive due. Al Villa Pamphili da sottolineare la vittoria dell’Olanda di misura sulla Lituania al maschile e quella della Polonia sulla Russia. Oggi nuove sfide con il campo che emetterà i primi verdetti della fase a gironi: l’Italia al femminile affronterà il team olandese, mentre al maschile gli azzurri sfideranno la Polonia. La competizione entra sempre più nel vivo.

RISULTATI FEMMINILI

Gran Bretagna - Germania 3-0
Olanda Russia 3-0

RISULTATI MASCHILI

Gran Bretagna - Monaco 3-0
Germania - San Marino 2-1
Polonia - Russia 3-0
Olanda - Lituania 2-1

 

TABELLONE OPEN MASCHILE

TABELLONE OPEN FEMMINILE

ORDINE DI GIOCO GIOVEDI' 7 NOVEMBRE

 

 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi