-

Crema ko a Sassuolo, ora i play out salvezza

Senza Lorenzi e Golubev per i lombarsi arriva la terza sconfitta consecutiva:

18 novembre 2019

È la dura legge della Serie A1. Un campionato tanto breve da non permettere errori, e nel quale basta ben poco per passare dal primo all’ultimo posto del girone. Lo sa bene il Tennis Club Crema, che dopo il girone d’andata veleggiava al comando del Gruppo 1 e che aveva conservato la leadership anche al termine della quarta giornata. Solo due settimane più tardi il circolo lombardo si trova quarto e ultimo, condannato a giocarsi ai play-out la permanenza in A1. È il risultato di un girone molto equilibrato e di una serie di combinazioni imprevedibili, in particolar modo in una sesta giornata che ha visto il Match Ball Siracusa battere il Tc Italia e passare da terzo a primo (guadagnando così la semifinale scudetto a spese della formazione di Forte dei Marmi), e il Tc Crema raccogliere allo Sporting Club Sassuolo la terza sconfitta consecutiva. Risultato che ha fatto scivolare i cremaschi dal secondo al quarto posto. In casa del team emiliano è finita 5-1, con i lombardi che hanno pagato caro due assenze pesanti: quella di Paolo Lorenzi, impegnato a Londra come opinionista di Sky Sport durante le Atp Finals e quella di Andrey Golubev, a Madrid con la nazionale del Kazakistan per le finali di Coppa Davis, al via lunedì. Il sogno dei cremaschi di agguantare la semifinale – ancora possibile alla vigilia, il che la dice lunga sull’equilibrio del girone – è svanito dopo i primi tre singolari, persi in due set da Riccardo Sinicropi, Lorenzo Bresciani e Adrian Ungur, rispettivamente contro Enrico Dalla Valle, Michele Vianello e Stefano Napolitano. Solo Samuel Vincent Ruggeri è riuscito a conquistare un punto, battendo per 6-4 7-6 Giulio Mazzoli.
Il successo del bergamasco ha chiuso i singolari sul 3-1 e tenuto il Tc Crema in corsa almeno per un pareggio, ma nei doppi sono arrivate due sconfitte. Bresciani/Vincent Ruggeri si sono arresi per 6-4 6-4 a Dalla Valle/Napolitano, mentre Sinicropi/Ungur hanno ceduto per 7-6 6-4 a Mazzoli/Vianello, consegnando il 5-1 che ha fruttato agli emiliani il secondo posto e condannato Crema al quarto, che significa play-out. Per restare in A1 i ragazzi di Armando Zanotti dovranno vincere il doppio confronto con una delle terze classificate degli altri gironi: Ct Massa Lombarda, Ct Bologna o Tc Prato (martedì il sorteggio negli uffici romani della Federtennis). Domenica 24 novembre il duello a Crema, il 1° dicembre la sfida decisiva in trasferta. Uno scenario che solo fino a due settimane fa pareva evitato e che invece si è riproposto. “Sapevamo – spiega Zanotti – che per garantirci la salvezza diretta sarebbero serviti altri tre punti, che purtroppo non sono arrivati. Ma la Serie A1 è così, specialmente in un girone tanto equilibrato. Ora la mente passa ai play-out: fra sette giorni si torna in campo, e dobbiamo farci trovare pronti. Sperando di poter contare di nuovo sulla squadra al completo”. Se così fosse, il Tennis Club Crema ha tutte le carte in regola per conquistare la permanenza in A1. Visto come è andata sin qui, sarebbe più che meritata.

RISULTATI
SESTA GIORNATA GIRONE 1
Sporting Club Sassuolo b. Tennis Club Crema 5-1
Enrico Dalla Valle (S) b. Riccardo Sinicropi (C) 6-2 6-3, Michele Vianello (S) b. Lorenzo Bresciani (C) 6-4 6-4, Stefano Napolitano (S) b. Adrian Ungur (C) 6-4 6-2, Samuel Vincent Ruggeri (C) b. Giulio Mazzoli (S) 6-4 7-6, Dalla Valle/Napolitano (S) b. Bresciani/Vincent Ruggeri (C) 6-4 6-4, Mazzoli/Vianello (S) b. Sinicropi/Ungur (C) 7-6 6-4.

CLASSIFICA FINALE GIRONE 1
1. Match Ball Siracusa, 10 punti (20-16)
2. Sporting Club Sassuolo, 9 punti (20-16)
3. Tennis Club Italia, 9 punti (15-21)
4. Tennis Club Crema, 7 punti (17-19)


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi