-

A1, riscatto Sassuolo: ora sognare la salvezza si può

Grazie al successo sul Match Ball Siracusa nel recupero di domenica 10 novembre, lo Sporting Club Sassuolo si è portato a un solo punto dal 2° posto del Girone 1. Per agguantare la salvezza diretta deve battere in casa il Tc Crema e sperare che il Tc Italia non perda a Siracusa. Scenario non impossibile

14 novembre 2019

Un equilibrio senza pari nell’intero campionato di Serie A1, da provare a sfruttare per compiere un piccolo miracolo. È l’obiettivo dello Sporting Club Sassuolo, che alla vigilia della sesta giornata del Girone 1 occupa l’ultimo posto ma che in virtù di una classifica cortissima può ancora ambire alla salvezza diretta. Fra la capolista Tennis Club Italia (Forte dei Marmi), in testa a quota 9 punti, e gli emiliani, quarti a 6, ci sono appena tre lunghezze di differenza. In mezzo, a 7, il Tennis Club Crema e il Match Ball Siracusa, ultima vittima di Enrico Dalla Valle e compagni nel recupero di domenica 10 novembre.

La sfida contro i siciliani era in programma per sette giorni prima, ma è stata rimandata di una settimana per gli impegni dello stesso Dalla Valle con le Next Gen Atp Finals, prima con le qualificazioni italiane e poi con le Red Bull Finals, nelle quali il ravennate è giunto in finale, battuto solo dal n.1 al mondo under 18 Holger Rune. Arrivato a Sassuolo sabato in tarda serata, il romagnolo si è arreso dopo tre set di battaglia allo spagnolo Zapata Miralles, ma dopo il 2-2 dei singolari i padroni di casa hanno fatto un capolavoro nei doppi, vincendoli entrambi con agio grazie alle coppie Mazzoli/Vianello e Rondoni/Dalla Valle, e rilanciando così le proprie chance in chiave secondo posto.

La combinazione che consegnerebbe allo Sporting Club Sassuolo la salvezza diretta adesso non è così improbabile: la capolista Tc Italia dovrebbe battere Siracusa e guadagnarsi la semifinale, mentre loro dovrebbero superare i lombardi del Tc Crema. Uno scenario possibile, data l’opportunità di giocare sul sintetico di casa (dove hanno vinto due volte su due) e anche la situazione della formazione ospite, che potrebbe fare i conti con le assenze di Paolo Lorenzi e Andrey Golubev, rispettivamente impegnati a Londra come 'inviato televisivo' per le Atp Finals e a Madrid per le finali di Coppa Davis col suo Kazakistan. Una chance da sfruttare, per cambiare volto in appena sette giorni a un campionato che pareva quasi compromesso.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi