-

Il punto sulle genovesi impegnate in Serie A

Paolo Givri: “Gruppo e vivaio stanno spingendo il Park in A1”

di Enrico Casareto | 07 novembre 2019

L’attesa in casa Park è tutta rivolta alle 11 del 19 novembre. Presso la Federazione Italiana Tennis a Roma quel giorno sarà infatti effettuato il sorteggio delle semifinali di serie A1 maschile. Un traguardo che i gialloblu hanno raggiunto con ampio anticipo dopo aver superato uno dopo l’altro l’1 novembre il Massalombarda fuori casa per 5-1 e domenica 3 novembre con lo stesso risultato in via Zara l’Angiulli Bari.
Contro Bari l’esordio stagionale in gialloblu di Pablo Andujar, numero 59 ATP, a due giornate di distanza dalla prima assoluta di Simone Bolelli in maglia Park, ha rappresentato un evento non solo per il pubblico, ma per gli stessi avversari. Basti pensare che il 2.4 pugliese Narcisi si è immortalato con un selfie ricordo accanto proprio a Andujar, suo prestigioso avversario di giornata.
“Abbiamo archiviato la prima parte della serie A1 con grande soddisfazione -conferma Paolo Givri, Presidente del Park Genova-, non solo per i risultati sportivi. Sono rimasto colpito dallo spirito di gruppo e dal senso di appartenenza che abbiamo respirato in via Zara fin dal primo turno. Tutti i nostri giocatori, a partire da Simone Bolelli, si sono calati alla perfezione nella nostra realtà, hanno partecipato davvero, sono coinvolti con entusiasmo. Tecnicamente, oltre ai campioni che possiamo schierare, oltre a Bolelli e Andujar, Giannessi, autore di un grande match a Genova contro Torre del Greco, poi Arnaboldi, Basso, abbiamo un vivaio under 30 di livello assoluto che fa la differenza, con Mager e Musetti che lo scorso anno giocavano da numeri 3 e 4 e ora affrontano di solito avversari di classifica 2.4 o 2.5. Senza contare i Prevosto, Ceppellini e lo stesso Sorrentino, quest’anno in prestito, che appartengono sempre al nostro vivaio e sono anche loro in crescita costante. La nostra poi è un‘isola felice, per fortuna e capacità, siamo supportati da tanti sponsor che ci consentono di mantenere il nostro Circolo in pole position nell’ambito di una manifestazione come la serie A1”.
Dopo l’ultimo turno ininfluente di regular season del 17 novembre, l’esito del sorteggio definirà il nome dell’avversaria del Park in semifinale. Nel mirino c’è la sfida di ritorno in casa dell’1 dicembre, che il Park già primo nel suo girone è sicuro di disputare sui campi amici. E’ atteso il pubblico delle grandi occasioni in via Zara, un pubblico che d’altronde non è mai mancato.

In A1 e A2 le squadre del TC Genova in attesa delle sfide con Prato e Rungg
Traguardo semifinale raggiunto anche dalle ragazze del Tc Genova, che nel doppio turno dell’1 e 3 novembre prima hanno schiantato 4-0 fuori casa il Faenza e poi hanno regolato 3-1 agli Orti Sauli il Lumezzane. In cattedra Alberta Brianti, che contro Faenza ha saputo regolare senza difficoltà la sempre ostica ex biancorossa Alice Balducci. Contro Lumezzane invece Ludmila Samsonova alla fine è risultata ininfluente in singolare considerato che la sua avversaria, la svizzera In Albon, si è ritirata dopo tre game. In doppio però, scesa in campo in coppia con Brianti, ha lasciato solo un game a Cicognani e Canovi. Nel mirino però ora c’è il TC Prato, che le biancorosse affronteranno in casa fra due domeniche, dopo la sosta fissata in concomitanza delle Finals ATP Next Gen di Milano. TC Genova e Prato sono in vetta al loro girone a quota 12 punti. Le semifinali femminili sono incrociate, con la prima e la seconda di ogni girone che si sfidano per conquistare il traguardo della finale di Lucca. Agli Orti Sauli quindi il 17 novembre spettacolo assicurato.
Anche la squadra maschile di serie A2 del TC Genova vivrà un turno di riposo “di attesa”. Il 17 novembre infatti i biancorossi giocheranno in trasferta l’importantissima sfida contro gli altoatesini del Rungg. I ragazzi del capitano Walter Barilari sono reduci dal pareggio a Treviglio e dalla vittoria casalinga per 6-0 contro il TC Reggio. La classifica del girone recita: primo Rungg a quota 13 punti, a due lunghezze TC Genova e TC Vicenza. La trasferta in Alto Adige sarà dunque decisiva per Francesco Picco e compagni.


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi