-

Serie A1: Gaio, un romagnolo fa grande Bologna

Finalmente al completo dopo due giornate difficili, la formazione del Circolo Tennis Bologna si è regalata la prima vittoria in Serie A1, espugnando i campi dell’Ata Battisti di Trento. Merito dei due big Gaio e Novak

31 ottobre 2019

Una formazione emiliana trascinata alla prima vittoria in Serie A1 da... un romagnolo. Il matrimonio fra il Circolo Tennis Bologna e il faentino Federico Gaio ha dato i suoi frutti sui campi dell’Ata Battisti di Trento, dove i bolognesi hanno conquistato la prima vittoria del campionato di A1. Un torneo iniziato in salita con due sconfitte con Selva Alta e Tc Parioli, ma che prova a cambiare volto dal Trentino, dove gli emiliani si sono presentati al completo.

A caricarsi sulle spalle il peso della squadra sono stati l’austriaco Dennis Novak, che solo qualche giorno prima battagliava per tre set con Monfils sul Centrale dell’ATP 500 di Vienna, e il neo acquisto Gaio, che dopo un paio di stagioni al Ct Massa Lombarda ha detto “sì” alla chiamata bolognese, presentandosi fresco di best ranking fra i primi 150 del ranking Atp. Lui ha battuto Brugnerotto, Novak ha superato Grigelis e poi i due hanno fatto squadra vincendo in doppio, che grazie al precedente successo del “vivaio” Mercuri contro Bernardi – 7-6 6-7 7-6, dopo 2 ore e 48 minuti e con un match-point cancellato – è valso il punto del definitivo 4-2.

Un punto fondamentale per lasciare l’ultimo posto del Girone 2 (ora occupato dai trentini, unici ancora a zero) e guardare con fiducia al girone di ritorno, che offrirà agli emiliani la possibilità di disputare in casa due dei tre incontri. Un piccolo vantaggio da provare a sfruttare, specie se la presenza di Novak e Gaio si dovesse ripetere anche nei prossimi incontri, a partire da quello di venerdì 1 novembre contro lo Sporting Club Selva Alta.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi