-

A1 maschile: le siciliane in cerca di conferme

Messina ospita Prato e insegue la terza vittoria di fila. Siracusa a Forte dei Marmi per stupire ancora

25 ottobre 2019

Inizio di campionato migliore non poteva esserci per le due formazioni siciliane in gara nel massimo campionato a squadre maschile.
Il Vela Messina è a punteggio pieno, mentre il Match Ball Siracusa ha al proprio attivo quattro punti, frutto di un successo e un pareggio.
Domenica 27 ottobre alle 10 si disputerà la terza giornata che vedrà il Vela ricevere la visita del Tc Prato e il Match Ball Siracusa recarsi a Forte dei Marmi per affrontare il Tc Italia.

I peloritani hanno colto un 6-0 contro Vomero e un 4-2 in Puglia a Maglie. Nelle prime due giornate sono stati impiegati a turno lo spagnolo Enrique Lopez Perez e l’argentino Marco Trungelliti, in attesa di accogliere a braccia aperte il nuovo innesto il top 100 Salvatore Caruso. Brillanti in queste prime due giornate nelle performance in singolare Gianluca Naso e i fratelli Fausto e Giorgio Tabacco, questi ultimi due under 18. La compagine toscana ha all’attivo due punti, frutto dei pareggi (3-3) contro Maglie e Vomero. Tra i tennisti che sono stati utilizzati spicca il nome dello slovacco 176 al mondo Filip Horansky. Dovrebbero essere schierati anche Jacopo Stefanini, Matteo Trevisan ed Emiliano Maggioli. 

Passando alla matricola “terribile” ovvero il Match Ball Siracusa, reduce dall’ottimo pareggio ottenuto a Crema, domenica 27 ottobre Massara e compagni faranno visita al Tc Italia di Matteo Donati, Walter Trusendi, Matteo Marrai e Marco Furlanetto. Nello scorso match, svolto in Lombardia, molto preziosa ai fini del pareggio l’affermazione dello spagnolo Zapata Miralles su Paolo Lorenzi. Da segnalare che il siracusano Alessandro Ingarao ha vinto entrambi i singolari nelle prime due gare. Domenica a disposizione dei capitani Nico De Simone e Lele Sammatrice, anche Antonio Massara, Ettore Zito, Antonio Caruso e uno degli stranieri in organico.


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi