-

Berrettini e Sinner premiati dall'ATP

Matteo è il "Most Improved Player of the Year": Jannik è il "Newcomer of the Year". Due premi per Nadal: quello di numero uno ATP del 2019 e lo "Stefan Edberg Sportsmanship Award" (sportività). Il preferito dai fans, per il 17esimo anno consecutivo, è Federer

di Tiziana Tricarico | 19 dicembre 2019

Anche gli "awards" dell'ATP certificano l'annata straordinaria del tennis tricolore. Tra i premiati del 2019, accanto a "mostri sacri" come Rafa Nadal e Roger Federer, ci sono infatti sia Matteo Berrettini che Jannik Sinner.

Berrettini, 23 anni, ha vinto il premio come "Most Improved Player of the Year", cioè il giocatore che ha compiuto i maggiori progressi negli ultimi 12 mesi: Matteo è infatti passato dalla posizione numero 54, occupata a fine 2018, al numero 8 del ranking mondiale, centrando anche la qualificazione alle Atp Tour Finals (dove, superando Thiem, è diventato il primo azzurro a vincere un match in singolare). Il romano allenato da Vincenzo Santopadre nel 2019 ha vinto 43 match, conquistato due titoli Atp - Budapest e Stoccarda (oltre alla finale a Monaco di Baviera) - raggiunto la sua prima semifinale Slam agli Us Open, la sua prima semifinale in un Masters 1000 a Shanghai e la sua prima semifinale in un "500" a Vienna. Nella sua categoria Berrettini ha battuto la "concorrenza" di Felix Auger-Aliassime, Stefanos Tsitsipas e Daniil Medvedev.

 

 

Sinner, 18 anni, è stato invece votato come "Newcomer of the Year": Jannik, classificato al numero 763 a fine 2018, si è arrampicato fino al numero 78 e si è aggiudicato anche la terza edizione delle Next Gen Atp Finals di Milano. Il ragazzo di Sesto Pusteria è il più giovane top 80 di fine anno da quando un certo Nadal, 17enne, chiuse la stagione 2003 al numero 47. L'altoatesino ha vinto il suo primo match in un main draw Atp a Budapest ad aprile, ed il suo primo match in un main draw "1000" a Roma a maggio (annulando un match-point a Steve Johnson): a ottobre ad Anversa ha raggiunto la sua prima semifinale Atp. Per lui anche tre titoli challenger: Bergamo, Lexington ed Ortisei.

Il tennista seguito da Riccardo Piatti è stato preferito ad altri sette Next Gen che quest'anno hanno fatto l loro debutto in top 100: Felix Auger-Aliassime, Alejandro Davidovich Fokina, Miomir Kecmanovic, Corentin Moutet, Alexei Popyrin, Casper Ruud e Mikael Ymer.

 

Tra gli altri tennisti premiati lo spagnolo Rafael Nadal, che ha vinto il premio come numero uno ATP 2019, per la quinta volta, e quello per la sportività (lo Stefan Edberg Sportsmanship Award) per la terza volta, la seconda consecutiva.

Ed ancora il britannico Andy Murray ("Comeback Player of the Year") per il suo rientro nel tour dopo l'operazione all'anca ed il ritorno al successo al Queen's in doppio, in coppia con Feliciano Lopez, e ad Anversa in singolare.

Da segnalare che per il 17esimo anno consecutivo l'"ATPTour.com Fans’ Favourite Awards" se lo è aggiudicato Roger Federer, il più amato dai tifosi di tutto il mondo, mentre l'"Arthur Ashe Humanitarian Award è andato a Kevin Anderson.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi