-

Schiavone: "Ho sconfitto un cancro, sono felice"

In un video messaggio sui social, Francesca ha raccontato i suoi ultimi sette mesi: "Mi hanno diagnosticato un tumore maligno, è stata la mia battaglia più dura ma l'ho vinta. Ci rivediamo presto"

13 dicembre 2019

"Vi racconto cosa è successo negli ultimi sette mesi della mia vita. Mi hanno diagnosticato un tumore maligno. E' stata la lotta più dura che abbia mai affrontato. La cosa più bella è che sono riuscita a vincere questa battaglia". Così Francesca Schiavone, volto affilato e capelli rasati, ha comunicato in un video messaggio su Instragram i suoi ultimi, difficili mesi. Un video di 55 secondi, semplice, diretto, emozionante quanto misurato. A poco più di un anno dall'annuncio del ritiro, la 39enne campionessa milanese ha raccontato di aver sconfitto dopo sette mesi di chemioterapia un tumore del quale non aveva mai parlato prima: si tratta del linfoma di Hodgkin, una grave patologia del sistema linfatico.

La "Leonessa", prima italiana a conquistare un titolo del Grande Slam in singolare, che ha cambiato la storia del tennis azzurro con il trionfo al Roland Garros del 2010, non ha evidentemente perso lo spirito battagliero. Anche se in queste sfide, come insegna anche Sinisa Mihajlovic, l'allenatore del Bologna che si è sottoposto a tre cicli di cure e a un trapianto di midollo per curare una leucemia, lo spirito combattivo non sempre riesce a fare la differenza. Lo scorso metà ottobre Francesca aveva partecipato in collegamento video dalla sua casa di Milano al Festival dello Sport di Trento. In quell'occasione era apparsa provata, ma non aveva fatto nessun accenno alla malattia.

E nel video messaggio di 55 secondi sui social la Schiavone mostra il sorriso dei giorni migliori, perché questa sì è una vittoria speciale, che va al di là delle tante battaglie superate sui campi di tennis di tutto il mondo durante una carriera straordinaria che ci ha regalato emozioni e sfide leggendarie come in quel fantastico, 5 giugno 2010 a Parigi, quando è diventata Nostra Signora dello Slam. Una leggenda che va al di là degli 8 titoli vinti (l'ultimo a Bogotà a 37 anni), delle 4 Fed Cup alzate al cielo, del numero 4 del ranking mondiale raggiunto nel 2011: mai nessuna italiana così in alto. "Oggi vivo di felicità, posso tagliarla con un coltello. Sono pronta di testa e di cuore ad affrontare i miei nuovi progetti. Ci rivedremo presto, felice di quello che sono oggi", ha detto ai tifosi. Il mondo del tennis la aspetta.

Il video sui social

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi