-

Red Bull Next Gen Open: Dalla Valle sfida Bergs, attesa per Rune

Al Palalido è il momento delle semifinali del Red Bull Next Gen Open. Della Valle sfida il belga Zizou Bergs. Il norvegese Rune, campione del mondo junior al Roland Garros, incontra lo spagnolo Alvarez Varona.

07 novembre 2019

E' il momento delle semifinali anche per le Red Bull Next Gen Open World Finals. All'Allianz Cloud, l'ex Palalido, l'8 novembre, scendono in campo i migliori quattro del torneo organizzato da Red Bull e ATP per vedere all’opera le giovani promesse del tennis under 21. Il torneo ha già vissuto la sua prima fase allo Sporting Milano 3. Ma per le fasi conclusive si unisce alle Next Gen Finals. Il futuro del tennis passa dall'Allianz Cloud. In campo ci sarà anche l'azzurro Enrico Dalla Valle che affronterà il belga Zizou Bergs. Nell'altra semifinale il più giovane di tutti, il norvegese Holger Vitus Nødskov Rune, campione junior del Roland Garros a sedici anni, incontrerà lo spagnolo Nicolás Álvarez Varona. Il torneo condivide gran parte delle novità regolamentari sperimentate alle Next Gen Finals come il set a quattro game e il punto decisivo sul 40 pari.

Il ravennate Dalla Valle, che ha raggiunto la finale alle qualificazioni delle Next Gen ATP Finals a Basiglio, dopo oltre sette anni trascorsi al Centro Tecnico Federale di Tirrenia si è affidato da quest'anno al team di Riccardo Piatti. Negli ultimi mesi ha guadagnato fiducia grazie a quattro titoli ITF. Ha infatti vinto il 15.000 dollari di Alkmaar, poi due tornei consecutivi sulla terra rossa di Tabarka e un evento da 25.000 dollari a Pontedera.

Dalla Valle sfiderà Zizou Bergs, ventenne belga che ha alle spalle tre titoli ITF e un best ranking di numero 386. Già entrato tra i primi dieci nel ranking junior, Bergs si è aggiudicato una Direct Entry per il Red Bull Next Gen Open.

La semifinale dei baby prodigio

L'altra è la semifinale dei giovani precoci, dei "bambini prodigio". Lo spagnolo Nicolas Alvarez Varona è il più giovane tennista a conquistare un punto ATP, traguardo che ha raggiunto a 14 e 3 mesi nel settembre 2015 durante il torneo ITF di Oviedo. Da quel momento, la sua ascesa non si è fermata. Nel 2019 ha centrato i quarti all'Australian Open junior, battuto da Lorenzo Musetti, e vinto il suo primo Future; così è salito fino alla settima posizione del ranking junior.

Varona sfida Rune, il più giovane nel torneo. Il sedicenne danese ha appena festeggiato il titolo alle ITF Junior Finals, battendo in finale l'accreditato francese Harold Mayot. Per Rune si è trattato del quarto successo di quest' anno. Ha infatti conquistato il titolo anche al Roland Garros junior, a Parigi, Beaulieu (Francia), e a Santa Croce.Il danese ha così confermato ancora una volta il suo potenziale emerso già due anni fa, quando conquistò il titolo europeo under 14. Con il successo alle Junior Finals, è salito in vetta alla classifica mondiale under 18, superando il ceco Jonas Forejtek (vincitore del Trofeo Bonfiglio), famoso qualche anno fa per un video in cui si allenava colpendo la pallina con un cucchiaio di legno "oversize".

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi