-

Cary: Seppi annulla 3 match point e centra la finale

Sul cemento americano il 35enne di Caldaro, numero uno del seeding, supera in rimonta il francese Couacaud dopo aver rischiato di perdere in due set. Ultimo ostacolo lo statunitense Mmoh

14 settembre 2019

Grande rimonta di Andreas Seppi torna nelle semifinali dell'"Atlantic Tire Championships", torneo challenger ATP dotato di un montepremi di 54.160 dollari in corso sul cemento di Cary, nella Carolina del Nord (Stati Uniti). 
Il 35enne tennista di Caldaro, numero 77 del ranking mondiale e prima testa di serie del tabellone,
 ha battuto in rimonta per 46 76(8) 64, dopo quasi due ore e tre quarti di lotta, il francese Enzo Couacaud, numero 207 Atp e quinta testa di serie. L'altoatesino ha salvato ben tre match-point nel decimo gioco della seconda frazione. Terzo set vietato ai deboli di cuore: l'azzurro ha preso un break di vantaggio (2-0), si è fatto riagguantare, si è a sua volta trovato indietro di un break (3-4) prima di recuperare aggiudicandosi gli ultimi tre game e togliendo per due volte di fila la battuta al suo avversario. 

Domenica Andreas si giocherà il titolo con lo statunitense Michael Mmoh, numero 186 del ranking mondiale e 11esima testa di serie, che si è aggiudicato in rimonta per 46 62 62 il derby a stelle e strisce contro JC Aragone, numero 341 Atp. Tra Seppi e Mmoh non ci sono precedenti. 

RISULTATI

"Atlantic Tire Championships"
Atp Challenger Circuit
Cary (Nord Carolina), Stati Uniti
9 - 15 settembre, 2019
$ 54.160 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
(1) Andreas Seppi (ITA) bye
(Alt) Liam Caruana b. Jordi Arconada (USA) 76(8) 16 62

Secondo turno
(1) Andreas Seppi (ITA) b. Liam Broady (GBR) 76(5) 63
(8) Christopher Eubanks (USA) b. (Alt) Liam Caruana (ITA) 61 75

Terzo turno (ottavi)
(1) Andreas Seppi (ITA) b. (16) John-Patrick Smith (AUS) 63 62

Quarti
(1) Andreas Seppi (ITA) b. (10) Noah Rubin (USA) 60 64

Semifinali
(1) Andreas Seppi (ITA) b. (5) Enzo Couacaud (FRA) 46 76(8) 64

Finale
(1) Andreas Seppi (ITA) c. Michael Mmoh (USA)

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi