-

Lemon Bowl: quel sogno chiamato main draw

Seconda giornata di incontri delle qualificazioni a Roma sui campi dei circoli Eschilo 2, Polisportiva Palocco e New Penta 2000: centinaia di ragazzi in campo a caccia di un posto nei tabelloni principali delle categorie under 10, 12 e 14

28 dicembre 2019

Proseguono senza sosta i match validi per le qualificazioni del Lemon Bowl 2020 a Roma. Oltre 200 ragazzi si sono affrontati nella seconda giornata sui campi dei circoli Eschilo 2, Polisportiva Palocco e New Penta 2000 (sede centrale) dando il massimo con l’unico, grande obiettivo di proseguire la marcia verso un posto nel tabellone principale del torneo.

Angelo Mangiante: “Lemon Bowl un fantastico punto di ritrovo” – Nel tabellone under 12 maschile esordio positivo per Paolo Mangiante. Il tennista romano, al suo primo anno nella nuova categoria, si è imposto su Valerio Coppola con il punteggio di 7-5 6-4. A sostenerlo come ogni anno papà Angelo, giornalista ed ex tennista. “Sono felice che Paolo abbia fatto questa nuova esperienza – le parole di Mangiante – ben oltre il risultato. Per i ragazzi classe 2009 il primo anno da under 12 è sempre un banco di prova importante, in cui anche le sconfitte aiutano a crescere e ad imparare nuove cose, un gradino dopo l’altro. Il Lemon Bowl è una vera e propria istituzione, un punto di ritrovo fantastico per ragazzi e famiglie. Io e Paolo abbiamo l’occasione di incontrare vecchi amici e di conoscere tante nuove persone. L’accoglienza riservata dal New Penta 2000 è unica e tutti questi piccoli tennisti sono entusiasti di tornare qui: giocano a ping pong, a pittino e quando è possibile anche a biliardo. Ammiro questo torneo, non a caso è una delle più importanti manifestazioni giovanili al mondo”.

Spircu vince e convince: “Felice di essere di nuovo qui”

Finalista under 10 nel 2019 e protagonista di una stagione ricca di soddisfazioni, il piccolo Dennis Spircu non poteva esordire in modo migliore. Seguito da diverso tempo dal capitano di Coppa Davis Corrado Barazzutti, Spircu ha lasciato appena un game (6-1 6-0) a Gianandrea Farabbi. “Bello vincere in questo modo la mia prima partita in carriera da under 12 - il commento del giovane allievo della Scuola Federale Sammarinese -. Nonostante siano cambiate molte cose mi sono divertito e so che ci sarà tanto da lavorare. Ho un bellissimo ricordo della finale raggiunta lo scorso anno. Qui al Lemon Bewol mi sento felice, è il mio torneo preferito”.

Domenica 29 dicembre sono in programma 118 incontri con inizio a partire dalle ore 9.
Tutte le informazioni, le foto e i commenti delle passate edizioni del torneo sono disponibili sul sito web ufficiale www.lemonbowl.it

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi