Fit-Tpra: Melbourne in tutta Italia

Per il primo Super Slam della stagione ci sono in palio 3000 punti. Un obiettivo che fa gola a tanti fighters, da Nord a Sud...

16 gennaio 2020

Nonostante le basse temperature tipiche della stagione invernale, l’assenza di pioggia di questo mese di gennaio ha permesso di giocare in tantissimi circoli, sui campi all’aperto delle località costiere e del Sud, così come nei palloni e palazzetti del Nord. Complice la voglia di smaltire le calorie accumulate durante le feste natalizie, numerosi sono i fighters ansiosi di scendere in campo. L’occasione sta proprio dietro l’angolo: tra una decina di giorni inizierà il Superslam Fit-Tpra Australian Open di Melbourne.

Aggiudicarsi il primo titolo non è cosa facile perché molti sono i pretendenti, agevolati anche dalla decisione della Fit di prolungare al 31 gennaio la validità della tessera agonistica o non agonistica sottoscritta nel 2019, condizione necessaria per potersi iscrivere e partecipare a qualsiasi torneo del circuito.

COMINCIA LA RACE ALLE AWT FINALS
Questo di Melbourne, come i futuri Slam, mettendo in palio ben 3000 punti è un appuntamento imperdibile per raggiungere l’obiettivo della qualificazione alle AWT Finals 2020. Se ne possono programmare fino a uno per provincia, per facilitare la partecipazione a tutti coloro che, per motivi organizzativi, trovavano difficile spostarsi, così come per coinvolgere più giocatori, i quali però potranno iscriversi ad un solo torneo per tipologia di competizioni.

È un’occasione per permettere a più persone possibili di aggiudicarsi il massimo dei punti in palio e rendere la Race verso le Epic Finals sempre più avvincente. Partecipare a questi grandi eventi permetterà a molti amatori di vivere le stesse emozioni dei professionisti impegnati a Melbourne, a Parigi, a Londra e a New York, con lo spirito goliardico e di divertimento che contraddistingue il circuito.

Chiunque può farlo: gente comune con una infinita passione per il tennis, che si mette in gioco pronta a inseguire un sogno, quello di sentirsi come un tennista professionista, in corsa in una competizione lunga un anno, vissuta pianificando la propria preparazione e il proprio impegno, tra sacrifici e successi. Migliorandosi di torneo in torneo grazie alle sfide con nuovi giocatori che fanno parte della grande famiglia degli amatori.

10 GIORNI PER ISCRIVERSI
Disputare i tornei Super Slam, i Grand Prix e i Master organizzati durante l’anno nelle diverse province italiane dà l’opportunità a tutti i partecipanti alla Race di accumulare punti per scalare la classifica e qualificarsi al Master finale, quello in cui si assegneranno i titoli amatoriali.

Ecco perché è importante non perdersi il primo superslam del 2020 con in palio 3000 punti: ci sono ancora 10 giorni per scegliere dove giocare e riempire i tabelloni. C’è ancora tempo per scegliere la tappa a cui partecipare e organizzarsi con gli amici per passare una trasferta in compagnia, perché al di là del risultato è bello anche solo esserci e divertirsi con gli altri appassionati.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi