-

Compleanno da ricordare per Testud al Clitunno Padel

L’ex numero 9 del mondo ,convertita da anni al padel, domina l’Open Le Fonti a Trevi dove si sono dati appuntamento i migliori giocatori italiani.
Intanto in Umbria il movimento fa boom; i tesserati da 420 dello scorso anno sono saliti a 1280

di | 05 aprile 2021

La torta di compleanno per Sandrine Testud al Clitunno Padel

E’ stato un compleanno davvero speciale quello festeggiato da Sandrine Testud nel giorno della vigilia di Pasqua. L’ex stella del tennis mondiale che è stata numero 9 della classifica WTA, ha spento le candeline a Trevi , in Umbria, giocando, vincendo e dando spettacolo al  Torneo Open Le Fonti con montepremi di 500 euro, organizzato dal Clitunno Padel By Loreti. Un evento che ha riunito 230 partecipanti e nomi importanti come Lele Fanti, Saverio Palmieri, Daniel Luengo Calado, Beatrice Campagna.

La francese, ormai italiana di adozione e tra le migliori giocatrici di padel a livello nazionale,  ha portato a casa due trofei. Nel doppio femminile, in coppia con Beatrice Campagna, altra grande interprete di questo sport, ha esordito sconfiggendo 6-0 6-1 le giovani umbre Giorgia Rosi e Claudia Onofri. Nel turno successivo la coppia, entrambe 2.1, ha regolato Colombo/Sangiorgio  6-2 6-3 per poi trionfare in finale contro Ercoli/Moltoni 6-2 6-7 6-3.

Lo straordinario compleanno di Sandrine è proseguito poche ore dopo con la vittoria del titolo anche nel doppio misto, insieme a Cristiano Aristotile, al termine di una finale a senso unico contro Daniel Luengo e Antonella Cavicchi, terminata 6-1 6-2. Poco prima delle premiazioni è spuntata dal nulla una deliziosa torta a sorpresa che ha emozionato la transalpina; per lei è stata una giornata difficile da dimenticare: ”Ho visto un torneo molto carino ed intenso con tante belle coppie sia maschili che femminili, sono molto felice per questa duplice vittoria ottenuta nel giorno del mio compleanno”.

Sull’espansione del padel in Italia, Testud è sicura che “Siamo solamente all’inizio. Tantissima gente ha iniziato a giocare negli ultimi mesi, e in tanti continueranno a farlo perché è uno sport abbastanza semplice, alla portata di tutti anche per chi non è molto dotato fisicamente. Sarà un grandissimo boom!”.

Nel torneo maschile i trionfatori dell’Open Le Fonti sono stati Saverio Palmieri (1.1 e 352 nel ranking World Padel Tour) e lo spagnolo Daniel Luengo Calado (2.1 e 363 del ranking mondiale) , coppia testa di serie numero 1 del tabellone. Saverio e Daniel hanno avuto la meglio in finale su Emanuele Fanti (1.1 277 World Padel Tour) e il 2.2 Simone Iacovino, maestro e allievo,  con il risultato di 7-5 7-6.

“E’ stata una partita molto combattuta – afferma Palmieri – giocata punto su punto e nei momenti decisivi probabilmente ha prevalso quel pizzico di esperienza in più che noi due abbiamo rispetto a Simone, un ragazzo dalle ottime potenzialità.Match dopo match stiamo trovando quell’intesa che aspettavamo e credo che potremmo fare bene nei prossimi tornei”.

Lele Fanti, istituzione del padel italico, ha deciso di giocar questo torneo con il suo “figlioccio” Iacovino e nonostante la sconfitta è super soddisfatto del risultato ma soprattutto delle prestazioni dell’allievo. Così scrive sulla pagina FB del suo circolo, il Bola Padel Club: ”Stavamo per fare il colpaccio e andare al terzo, Simo ha cominciato il torneo con una tensione pazzesca e l’ha finito facendo una prestazione pazzesca! Tanta, tanta soddisfazione nel vederlo giocare, ora è a livello dei seconda categoria più forti d’Italia.”

Al Clitunno Padel di Trevi sono tutti molto felici per la riuscita di un evento che ha visto un numero incredibile di partecipanti e tanta qualità.

La storia di questo club è recentissima, ideato, progettato e realizzato dal Presidente Loreti in pieno lockdown 2020:” Non abbiamo ancora festeggiato il primo compleanno, è stata la nostra prima esperienza nell’organizzazione di tornei e aver giocare tanti atleti di prima categoria sui nostri campi ci dà un’enorme soddisfazione. Ringrazio la famiglia Loreti che mi ha dato la possibilità di realizzare questa prima edizione dell’Open Le Fonti”, ha affermato il direttore del torneo Pierluigi Porzi.

Ma il colpo di scena abbiamo deciso di lasciarlo alla fine di questo articolo. A svelarcelo è stato il Consigliere con delega al padel della Federtennis Umbria Fabio Moscatelli che ci fornisce un dato mostruosamente vero e sorprendente , lasciandoci  a bocca aperta:” Nel 2020 avevamo 420 tesserati nel padel , al 19 marzo del 2021 siamo arrivati a 1280, è un momento magico”.

Quando la realtà supera la fantasia.

Testud-Aristotile, vinciori do

Luengo-cavicchi, finalisti doppio misto

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti