-

Ginevra ed Elena, il cielo dell'Umbria si colora d'azzurro

Batti e Toccacieli protagoniste con l'Italia under 12 alla Lampo Trophy

di | 21 luglio 2021

Ginevra Batti ed Elena Toccacieli protagoniste in Europa con il tricolore cucito sulla maglia. Perchè vestire la casacca della nazionale italiana è da sempre il sogno di ogni atleta ed indossarla per la prima volta durante uno degli eventi giovanili a squadre di Tennis Europe, uno tra i più importanti a livello internazionale, è sicuramente ancora più bello. Specialmente se riesci ad arrivare ad un passo dalla finale.

Insomma, c’era moltissima Umbria nell’Italia under 12 femminile che a Rezzato ha disputato la 19esima edizione della Lampo Trophy – Nation Cup, fermandosi solamente in semifinale. Ginevra, Elena e Micol Salvadori le azzurrine capitanate da Luca Ronzoni che hanno dato vita ad uno splendido torneo condito da ottime prestazioni, confrontandosi con giocatori provenienti da tutto il mondo. Dopo aver pagato lo scotto del debutto perdendo la gara inaugurale contro la Slovenia, l’Italia ha vinto i successivi due match contro Austria e Serbia ottenendo il pass per la semifinale. Ed in questa sfida hanno tenuto testa al Messico vincendo la prima gara di singolare ma perdendo poi il secondo match ed il doppio finale. Il Messico alla fine arriverà fino in fondo conquistando questa edizione della Lampo Trophy.

Per le piccole tenniste umbre è stata un’avventura difficile da dimenticare: la maglia azzurra dell’Italia, confrontarsi a livello internazionale, fare nuove amicizie anche con chi parla una lingua diversa dalla tua. Batti e Toccacieli sono entrambe nate nel 2009, la prima vive a Spoleto dove all’età di 4 anni ha iniziato a muovere i primi passi sulla terra rossa, incuriosita dal quel gioco che la sua mamma praticava con tanto interesse. Da qualche anno ha affidato la sua crescita ai maestri della Tennis Training School di Foligno e una settimana fa si è laureata campionessa regionale under 12, titolo prestigioso che le consentirà di partire direttamente dal tabellone principale ai Campionati Italiani. “A Rezzato è stata un’esperienza indimenticabile All’inizio ero un po' ansiosa, non capita tutti i giorni di giocare per la tua nazione. Poi è andata meglio mi sono goduta un’atmosfera pazzesca, lo splendido hotel a 5 stelle dove soggiornavamo e ho giocato contro avversarie sconosciute che venivano anche da oltre Oceano. La mia partita più bella è stata sicuramente quella contro l’Austria, è stata una giornata in cui sono riuscita a fare tutto bene vincendo  6-2 6-2 nel singolare contro ad  Aurelia Schober e nel doppio 61 64 insieme a Salvadori contro  Schober/Haider-Maurer”.

Ginevra Batti

“E’ stato un orgoglio vestire la maglia azzurra, ricorderò per tutta la vita questa prima convocazione. Adesso torno a sudare sui campi della Tennis Training perché vorrei ben figurare agli Italiani under 12. Ci vuole un impegno quotidiano tanti sacrifici ma anche una buona dose di divertimento per raggiungere determinati livelli, mi impegnerò per continuare a migliorare”

Elena invece è di Terni, a Rezzato ha giocato la prima e ultima gara del torneo, a causa di un piccolo stiramento al polpaccio: ”E’ stata un’avventura faticosa ma divertente, una sfida per me stessa. Ho vissuto tante cose belle; l’organizzazione fantastica, tutti molto gentili e socievoli a partire dal nostro capitano Luca fino ad arrivare ai nostri coetanei della nazionale maschile, avversarie corrette. Inoltre abbiamo subito familiarizzato con le bambine austriache e slovene con cui eravamo insieme a tavola e ho perfezionato il mio inglese”.

Elena si è innamorata del tennis quando aveva 6 anni e gli ultimi 4 anni lo ha trascorsi a Narni, al Circolo Tennis La Valletta insieme ad Andrea Paiella e Francesco Silvestrini, suoi attuali coach.

I suoi obiettivi? “Continuare a migliorare il mio tennis, divertirmi e confrontarmi con tante altre bambine provenienti da altri paesi2.

 In bocca al lupo ragazze! E buon divertimento….

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti