Alvise Zarantonello e Teresa Schwienbacher conquistano Peio

Il levicense e la meranese si aggiudicano l'ultimo prova Open del Grand Prix Trentino, in programma anche le gare giovanili

di Luca Avancini | 19 agosto 2019

Alvise Zarantonello e Teresa Schwienbacher. E’ tutta loro l’ultima prova Open del Grand Prix Trentino 2019, prima del Master finale di settembre, il torneo “Terme di Pejo”, organizzato dal locale Circolo Tennis. Puntuali non hanno fallito l’appuntamento con la finale dove già si trovavano accomodati in qualità di giocatori di miglior classifica del tabellone, ma non è stata certo una tranquilla gita domenicale fuori porta quella che li aspettava nel cuore dello Stelvio, sia il tennista levicense e la meranese hanno dovuto soffrire e stringere i denti per portare a casa un risultato che è rimasto a lungo in discussione. Zarantonello ha faticato a ingranare con il giovane roveretano Elia Barozzi, che dispone di un tennis incisivo e di solidi fondamentali, già apprezzati nella semifinale con il 19enne 2.8 bolognese Alessandro Orlandini, il valsuganotto è risalito deciso nel secondo set, poi, quando pareva aver preso ormai le misure al suo avversario, ha dovuto alzare al massimo la soglia dell’attenzione per fronteggiare il ritorno del roveretano rimasto tenacemente in partita sino all’ultimo. Alla fine però l’esperienza e la maggior attitudine di Zarantonello è venuta a galla e ha fatto la differenza, un po’ come è successo nella finale femminile, ben interpretata da Martina Schmid dell’Ata che ha tenuto per quasi tre ore in campo senza fortuna la 2.7 meranese, classe 1999, dopo essersi presa anche un set di vantaggio. Non è bastato per scoraggiare la Schwienbacher, una fondista dotata anche sul piano atletico, che nei momenti importanti si è dimostrata precisa ed efficace. Quel tanto che è bastato per respingere anche l’ultimo coraggioso assalto della 16enne dell’Ata. 

Era doppio l’appuntamento sui campi di Pejo dove ha fatto tappa anche il Grand Prix “Trentino” giovanile, richiamando una cinquantina di ragazzi. Molte conferme, ma anche qualche piacevole sorpresa, su tutte quella Calogero Di Dio, 3.5 valsuganotto del Ct Borgo che ha fatto sua la gara under 14 superando in finale il 3.4 dell’At Verona Zeno Godi. Nessun problema per Leonardo Penasa dell’Ata e per Vittoria Segattini del Ct Arco che hanno dominato under 12 maschile e 14 femminile, autorevole pure l’affermazione di Giorgia Widman del Ct Mezzocorona nell’under 12. Nel segno forte di Lorenzo Corradini la prova under 16, mentre sono stati extraregionali i protagonisti delle gare under 10, vinte da Alice Battistelli, marchigiana dell’At Piansevero Urbino, e da Edoardo Sensi, toscano del Tc San Miniato. 

 

Singolare maschile Open

Quarti

Orlandini b. Gretter 7-6 7-6; Barozzi b. Vanini 6-2 6-3

Semifinali

Barozzi b. Orlandini 6-2 6-2

Finale

Zarantonello b. Barozzi 4-6 6-1 6-4

 

Singolare femminile Open 

Semifinale

Schmid b. Costaperaria 6-0 6-1

Finale

Schwienbacher b. Schmid 3-6 6-3 6-4

 

Under 10 femminile

Semifinali

Battistelli b. Gambarri 6-0 6-0

Finale

Battistelli b. Gecele 6-0 6-0

 

Under 10 maschile

Semifinali

Sensi b. Torresani 6-0 6-0; Recla b. Gabos 6-0 6-0

Finale

Sensi b. Recla pr

 

Under 12 femminile

Semifinale

Fauri b. Pinamonti 6-1 6-2 

Finale

Widmann b. Fauri 6-3 6-2

 

Under 12 maschile

Semifinale

Santini Maines 

Finale

Penasa b. Maines 6-3 6-0

 

Under 14 femminile

Semifinale

Panizza b. Battistelli pr

Finale

Segattini b. Panizza 6-0 6-0

 

Under 14 maschile

Semifinali 

Di Dio b. Penasa 6-2 6-2

Finale

Di Dio b. Godi 6-4 6-2

 

Under 16 maschile

Semifinali

Corradini b. Di Dio 6-0 6-3

Finale

Corradini b. Zamboni 6-1 6-2


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi