Trentino protagonista sfortunato alla Coppa Regioni Mario Belardinelli

I ragazzini seguiti dai tecnici Anna Dorigotti e Fabrizio Senatore battono la Campania ma devono arrendersi a Lazio e Liguria

di Luca Avancini | 01 agosto 2019

Una piccola beffa. Il Trentino si arrende 5-2 alla Liguria e scivola al quarto e ultimo posto del girone nella fase nazionale della Coppa delle Regioni “Mario Belardinelli”, manifestazione riservata alle rappresentative regionali under 12, in corso sino al prossimo 2 agosto sui campi del Centro federale di Castel di Sangro. La seconda sconfitta dei nostri ragazzini, sin qui impeccabili, è anche la più dolorosa perché ci confina alle finali dal 13esimo al 16esimo posto con lo spauracchio di una nuova possibile retrocessione nel secondo gruppo. Un peccato per quello che i giovanissimi trentini, seguiti nella trasferta abruzzese dal tecnico del Comitato Anna Dorigotti e dal tecnico Fabrizio Senatore, avevano fatto vedere nelle precedenti giornate, togliendosi pure lo sfizio, e che sfizio, di battere la Campania, una delle candidate alla vittoria finale. Lo stop di martedì con il Lazio, ci imponeva di conquistare almeno tre punti con la Liguria per mantenere il naso comunque davanti in virtù della miglior differenza incontri e restare così in corsa per una posizione nobile nella fase conclusiva della prestigiosa rassegna tricolore, la nuova formula 2019, prevede infatti che solo le prime di ciascuno dei quattro gironi accederanno poi alle semifinali per la conquista del titolo, le seconde giocano invece per un posto dal quinto all’ottavo e così via le terze e le quarte. Purtroppo è arrivato un rovescio pesante, 2-5, maturato con qualche piccolo rimpianto, ripensando soprattutto al match di doppio interpretato con coraggio e determinazione dalle arcensi Vittoria Segattini e Federica Civettini, perso in volata, 10-8 al super tiebreak, dopo un promettente avvio con le nostre avanti, 6-2 3-2. La prova gagliarda in singolo del ledrense Daniele Faustini ha tenuto vive le speranze sino ai doppi, i maschietti sono riusciti a strappare il secondo punto, non le ragazze. Ora il Trentino dovrà vedersela con il Friuli nel tabellone a eliminazione, l’obiettivo anche stavolta è evitare l’ultima posizione.

 

LIGURIA - TRENTINO 5-2

Nosei (L) b. Segattini 6-2 6-1; Bibolini (L) b. Benedetti 7-6(4) 6-0; Faustini (T) b. Lorusso 6-2 6-0; Gramaticopolo (L) b. Failoni 6-2 6-2; Ferraiuolo (L) b. Santini 7-5 6-3; Coati-Nosei (L) b. Civettini-Segattini 2-6 6-3 10-8; Boscheri-Faustini (T) b. Bibolini-Lorusso 6-3 6-4

 

PRIMA SCONFITTA DOPO L’IMPRESA - Troppo forti i ragazzini romani. Non è una resa incondizionata, anzi, i nostri lottano a lungo, più di quanto non dicano in certi casi i singoli punteggi, ma alla fine devono arrendersi alla selezione laziale, una delle candidate alla vittoria nella Coppa delle Regioni “Mario Belardinelli”, manifestazione riservata alle rappresentative regionali under, in corso sino al prossimo 2 agosto sui campi del Centro federale di Castel di Sangro. Si interrompe quindi la bella striscia positiva dei giovanissimi trentini, seguiti nella trasferta abruzzese dal tecnico del Comitato Anna Dorigotti e dal tecnico Fabrizio Senatore, bravi in ogni caso i nostri che non si sono accontentati di superare il turno di qualificazione, dopo aver messo sotto Valle d’Aosta e Alto Adige, ma hanno trovato gli stimoli e la determinazione per inseguire con caparbietà un successo di prestigio contro avversari decisamente più titolati come quelli della Campania, seconda testa di serie nel girone. Un successo quello di lunedì, non ridimensionato dalla sconfitta con il Lazio, e che ci tiene ancora in corsa per una posizione nobile nel tabellone finale della prestigiosa rassegna tricolore. La nuova formula 2019, prevede che solo le prime di ciascuno dei quattro gironi accederanno poi alle semifinali per la conquista del titolo, obiettivo oramai fuori portata, quello che conta adesso è evitare il sorpasso della Liguria, prossima avversaria, sconfitta ieri 6-1 anche dalla Campania e ancora ferma a quota zero. Possiamo anche perdere nello scontro diretto in programma oggi, a patto di strappare tre punti, necessari per restare davanti ai liguri grazie alla miglior differenza incontri. Un pericolo, quello del quarto posto nel raggruppamento, che i nostri avrebbero potuto scongiurare in anticipo, con un pizzico di fortuna e di convinzione in più contro i romani: Damiano Santini si è un po’ smarrito nell’ultimo singolo di giornata dopo un ottimo avvio con Pietro Sagone, 3.5 dell’Eur, mentre il doppio femminile Segattini-Civettini ha vanificato al super tie-break una brillante partenza. E' finita 6-1 per i laziali, score mitigato dalla ennesima prova sopra le righe dell’arcense Vittoria Segattini, ancora imbattuta in singolo (quattro vittorie su quattro), capace di reagire con coraggio e notevole personalità al piccolo passaggio a vuoto costatole il secondo set contro la pariolina Galatea Ferro del Parioli, dopo essersi trovata avanti 6-4 5-2 con due match point a disposizione. Non hanno sfigurato gli altri, brucia il punteggio troppo severo rimediato da Mariastella Failoni, che pure si era trovata spesso a condurre il gioco con la tosta 3.5 del Parioli Nicole Molaro.

 

Fase nazionale - Seconda Giornata

LAZIO - TRENTINO 6-1

De Marchi (L) b. Penasa 6-3 6-1; Vasami (L) b. Faustini 6-3 6-1; Segattini (T) b. Ferro 6-4 6-7(4) 6-1; Molaro (L) b. Failoni 6-0 6-2; Sagone (L) b. Santini 4-6 6-2 6-2;De Marchi-Vasami (L) b. Benedetti-Boscheri 6-1 6-0; Macchione-Marino (L) b. Civettini-Segattini 2-6 6-3 10-4

CAMPANIA - LIGURIA 6-1

 

Fase nazionale - Prima giornata

TRENTINO - CAMPANIA 4-3

Penasa (T) b. Genovese 6-2 6-1; Segattini (T) b. Martinelli 6-1 6-2; Galietta (C) b. Failoni 6-0 6-0; Faustini (T) b. De Martino 6-1 6-4; Marigliano (C) b. Santini 6-4 6-4; De Matteo-Martinelli (C) b. Miaroma-Segattini 6-3 6-0; Boscheri-Faustini (T) b. De Martino-Marigliano 6-4 6-4

LAZIO - LIGURIA 6-1

 

 

COSI’ NELLA FASE DI QUALIFICAZIONE - Doppio esame superato a pieni voti e missione compiuta. Il Trentino batte sia la Valle d’Aosta che l’Alto Adige e si qualifica per il tabellone principale. I nostri si sono imposti per 6-1 all’esordio contro una selezione, quella valdostana, sicuramente più competitiva rispetto alle passate stagioni, poi hanno dovuto stringere i denti per piegare nella sfida decisiva i i cuginetti bolzanini, vittoriosi in precedenza 4-3 con la Basilicata. I ragazzini trentini sono partiti forte subito avanti 3-0 grazie alle belle vittorie di Vittoria Segattini, Mariastella Failoni e Leo Penasa, poi però sono usciti i maschietti bolzanini, che hanno rimesso in parità il confronto, deciso dalla prova di carattere e temperamento delle ragazzine Margherita Miaroma e Vittoria Segattini che al super tie-break hanno assicurato il punto della qualificazione.

 

Risultati della prima giornata

TRENTINO - VALLE D’AOSTA 6-1

Benedetti (T) b. Junod 6-1 6-1; Segattini (T) b. Rossi 6-2 6-0; Faustini (T) b. Boccato 6-0 6-4; Failoni (T) b. Pramotton 6-4 6-2; Canonico (V) b. Santini 6-2 6-2; Boscheri-Ferretti (T) b. Chiucchiurlotto 6-2 6-1, Civettini-Serio (T) b. Fournier-Zenato 6-1 6-4

 

Risultati della seconda giornata

TRENTINO - ALTO ADIGE 4-3

Segattini (T) b. Endrizzi 6-3 6-2; Penasa (T) b. Bacher 6-4 6-1; Failoni (T) b. Putzer 6-2 6-1; Lechner (A) b. Faustini 7-6(4) 6-2; Vinatzer (A) b. Santini 6-4 6-3; Bacher-Lechner (A) b. Boscheri-Faustini 6-4 7-5; Miaroma-Segattini (T) b. Endrizzi-Pecoraro 6-3 5-7 10-7

 

Undici i giovanissimi che fanno parte della rappresentativa trentina, sono: Federica Civettini, Mariastella Failoni, Margherita Miaroma, Vittoria Segattini, Emma Serio, Cristiano Benedetti, Franco Boscheri, Daniele Faustini, Christopher Ferretti, Leonardo Penasa e Damiano Santini.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi