Deborah Chiesa riparte dal torneo Itf di Sezze

La trentina supera l’ostica austriaca Melanie Klaffner e raggiunge il secondo turno, fuori Angelica Moratelli

di Luca Avancini | 23 settembre 2019

Riparte da Sezze Deborah Chiesa. Da una prova di temperamento e concretezza con l’ostica austriaca Melanie Klaffner, 29enne di Waidhofen an der Ybbs, numero 684 al mondo, ma con un best ranking al numero 175 raggiunto nel 2013, e ben venti titoli in bacheca. Giocatrice solida e spigolosa con il suo tennis muscolare, non un’avversaria semplice per la 23enne trentina, che in settimana ha perso venti posizioni nella graduatoria Itf scivolando al numero 349. Seconda favorita del seeding nel torneo ITF femminile di Sezze, dotato di un montepremi di 25mila dollari e in corso sui campi in terra rossa della cittadina laziale, la prima è l’inglese di Leeds Francesca Jonas, classe 2000 e numero 304, Deborah lotta, sbuffa, fatica, ma alla fine ha ragione dell’avversaria, dopo tre ore esatte di battaglia, 6-2 6-7(4) 6-4. Una piccola iniezione di fiducia, per la trentina che si è ormai abituata a complicarsi la vita: domina per un set, si inceppa con la battuta e il diritto, raddrizza il secondo set da 1-4, arriva a servire per il match sul 6-5, ma non chiude e cede il tie-break 7 punti a 4. Scorre un film già visto, Debby va sotto 1-3, sembra sul punto di crollare e invece reagisce di rabbia e di forza, risale e spegne l’avversaria al decimo gioco. Tornerà in campo solo venerdì per giocarsi un posto nei quarti con la vincente del confronto tra la russa Maria Marfutina, numero 634, e l’imolese Camilla Scala, 556, match quest'ultimo sospeso mercoledì sera sulla situazione di un set pari, il primo vinto 6-1 dalla russa, il secondo 7-6(3) dalla italiana. Intanto esordirà in doppio, al fianco della piemontese di Saluzzo Camilla Rosatello; le due sono state accreditate della seconda testa di serie, e dopo il bye al primo turno se la vedranno nei quarti con Nuria Brancaccio e Federica Sacco.

 

Non ce l’ha fatta Angelica Moratelli a raggiungere Deborah Chiesa al secondo turno. La 24enne di Lavis, numero 529 al mondo, ha ceduto 6-4 6-4 i dopo due ore e otto minuti di lotta con la rumena di Braila Georgia Andreea Craciun, numero 469 e classe 1999. Peccato perché la Moratelli è partita bene, subito avanti 3-0, è riuscita a rimanere in testa anche nella seconda frazione sino al break della rumena che è andata a servire per il match sul 5-4. Qui la trentina è stata capace di salvare quattro match point, tre consecutivi sullo 0-40, si è procurata anche tre opportunità per il 5-5 che forse avrebbero potuto imprimere una direzione diversa all’incontro, ma poi la Craciun è riuscita a chiudere alla quinta opportunità. Angelica resta in gara nel doppio insieme alla 22enne russa Maria Marfutina; le due hanno sconfitto 4-6 6-3 10-8 la svizzera Lisa Sabino e la palermitana Dalila Spiteri, quest’ultime quarta testa di serie. Ora se la vedranno per un posto in semifinale con Angelica Raggi e Aurora Zantedeschi. 


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi