GP Trentino: è il momento della verità

Con l'Open di Peio definite le graduatorie maggiori del 36esimo Grand Prix Trentino: i qualificati per il Master di Rovereto

di Luca Avancini | 06 settembre 2019

Non è bastato ad Alvise Zarantonello il successo nell’ultimo torneo Open di Peio per agganciare Mattia Bernardi, rimasto saldamente in testa alla classifica maggiore del 36esimo Grand Prix Trentino. Il 17enne 2.4 dell’Ata conserva ancora un ragguardevole vantaggio sul tennista dell’At Levico che nel frattempo ha scalzato dal secondo gradino del podio il friulano del Ct Rovereto Nicola Vidal. Definite le prime otto posizioni che valgono l’accesso al Master finale, in programma dal 22 al 29 settembre sui campi della Baldresca a Rovereto, gli altri qualificati sono Pietro Pecoraro (Ct Trento), Nicola Carollo (Ct Rovereto), Giovanni Oradini (Ct Vicenza), Davide Tortora (Ct Bolzano) e Lorenzo Schmid (At Levico). Doveroso il punto interrogativo sulla presenza di Giò Oradini, in procinto di partire per gli States e proseguire la sua avventura alla Mississipi University. Il posto del 21enne roveretano potrebbe andare al 2.4 Sebastian Brzezinski, classe 2001 del Rungg, attualmente nono in classifica. Pochi i sussulti nella graduatoria Open femminile, la roveretana Elisa Visentin resiste in vetta anche se la meranese Marion Viertler, grazie al successo di Mezzolombardo, ha provveduto a ricucire il divario scavalcando Monica Cappelletti dell’Argentario, che rimane al terzo posto nonostante abbia limitato la sua presenza nel circuito a un solo torneo, quello giocato e vinto sulla terra rossa del Ct Trento lo scorso gennaio. Seguono più staccate le altre, Sveva Bernardi (Ata), Caterina Odorizzi (Argentario), Elena Covi (Argentario), Verena Meliss (Rungg) e Francesca Covi (Argentario). Subito fuori, per ora, Carlotta Vivaldelli (Rovereto) e Giulia Maistrelli (Centro Val di Non). 

TERZA E QUARTA DA DEFINIRE - Sono sedici invece i giocatori ammessi al gran ballo finale nel terza, qui resta inattaccabile la posizione in vetta di Marco Boffo, autentico dominatore della scena, anche se le griglie non sono ancora definitive visto che mancano alla conclusione del circuito ben sei prove, Pinzolo, Trento, Ata, Argentario, Borgo e Tione. Vincitore a Tuenno, ai Provinciali e a Pergine, ex seconda dotato di colpi molto pesanti da fondo, ma anche di straordinaria resistenza, essendo uno dei maggiori interpreti italiani delle ultra maratone, il mestrino di Martellago, classe 1974, può dormire tra due guanciali visto che ha oltre cento lunghezze di margine sul secondo, Alessandro Duca del Ct Trento, che precede di un manciata di punti il compagno di circolo Stefano Gretter. Quarto il giudicariese Angelo Bianchi, finalista ad Arco e vincitore a Borgo Chiese e Calisio, che precede gli arcensi Michele Togni e Cristian Cauzzi. Occhio però alle insidie che si nascondo nelle posizioni di rincalzo, dove sono acquattati tennisti che hanno giocato solo nell’ultimo scorcio di stagione, ma con ottimi risultati, è il caso di Samuele Carraro che ha fatto due su due vincendo a Rovereto e Levico, e di Alessandro Dagnoli, impostosi a Predazzo, senza dimenticare tennisti di solida tempra come il roveretano Alessandro Maronato, già trionfatore nelle edizioni 2016 e 2017 del Grand Prix. 

Alessia Passerini ha staccato tutte nella classifica di terza femminile, la 17enne di Brentonico è stata la grande rivelazione del 2019, ha conquistato Provinciali, Levico e Brentonico ed è stata semifinalista agli assoluti di Roma. Dietro incalza la giovanissima dell’Anita Pantezzi, una delle più continue e regolari nel corso della stagione, al terzo posto troviamo la bellunese del Tc Pedavena&Norcen Debora Casa, più staccate le altre, a cominciare da un'altra ragazzina interessante, l’atina Rebecca Moik che aveva cominciato l’anno da 4.1. 

Marco Fontana del Ct Trento guarda tutti dall’alto nel quarta maschile, il vantaggio sul secondo, Davide Pastorello del Ct Arcade, è consistente, ma c’è ancora il torneo di piazza Venezia in ballo, che potrebbe provvedere a rimescolare le carte. La darzese Antonella Ferremi guida la fila nel quarta femminile, seguita dalla roveretana Beatrice Amistani e dall’alense Michela Debiasi. 

GRAND PRIX GIOVANILE - Non ci sono stati sconvolgimenti nelle posizioni di vertice delle classifiche del Grand Prix giovanile, che continuano a ribadire i valori già emersi a inizio stagione: Andrea Boscheri del Ct Calisio ed Emma Passerini del Tc Brentonico continuano la loro corsa in testa all’under 10; Leonardo Penasa dell’Ata ha fatto il vuoto dietro di sé nell’under 12, imitato nel femminile da Giorgia Widmann del Ct Mezzocorona.  Significativo anche il vantaggio del roveretano Giulio Giacinto Pugliese nell’under 14, mentre nel femminile comandano le ragazze dell’Ata, Noemi Maines e Lisa Tomasi. Prosegue il duello in testa all’under 16 tra l’atino Alessio Zamboni e Lorenzo Corradini del Centro Tennis Val di Non; rassicurante il margine di vantaggio della roveretana Carlotta Vivaldelli, leader della classifica femminile. Due le tappe ancora da disputare prima del Master finale: la prima è in programma dal 24 al 31 agosto sui campi dell’Alta Val di Non a Cavareno, la seconda si giocherà dal 31 al 15 settembre all’Argentario di Cognola.  

 

Grand Prix Trentino 2019

 

Classifica maschile Open 


1. Mattia Bernardi (Ata Battisti) punti 130

2. Alvise Zarantonello (At Levico) punti 99

3. Nicola Vidal (Ct Rovereto) punti 81

4. Pietro Pecoraro (Ct Trento) punti 77

5. Nicola Carollo (Ct Rovereto) punti 69

6. Giovanni Oradini (Ct Vicenza) punti 65

7. Davide Tortora (Ct Bolzano) punti 65

8. Lorenzo Schmid (At Levico) punti 64


9.   Sebastian Brzezinski (Tc Rungg) punti 60

10. Horst Rieder (Tc Rungg) puntin 57

11. Elia Barozzi (Ct Rovereto) punti 55

12. Patrick Prader (Ct Trento) punti 48

13. Stefano D’Agostino (Ata Battisti) punti 48

14. Erwin Troebinger (Tc S.Cristina) punti 46

15. Giacomo Fratton (Ct Arco) punti 40

 

Classifica femminile Open 

1. Elisa Visentin (Ct Rovereto) punti 118

2. Marion Viertler (Tc Merano) punti 91

3. Monica Cappelletti (Argentario) punti 83

4. Sveva Bernardi (Ata Battisti) punti 49

5. Caterina Odorizzi (Argentario) punti 41

6. Elena Covi (Argentario) punti 37

7. Verena Meliss (Tc Rungg) punti 30

8. Francesca Covi (Argentario) punti 24


9. Carlotta Vivaldelli (Ct Rovereto) punti 22

10. Giulia Maistrelli (Ct Centro Val di Non) punti 20

11. Martina Schmid (Ata Battisti) punti 19

12. Lucrezia Maffei (Ct Trento) punti 18

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi