Carlotta Vivaldelli in semifinale a San Marino

Bella prova della 16enne tennista ledrense del Ct Rovereto: prima semifinale in un torneo Eta, applausi anche per Lisa Tomasi negli ottavi agli Italiani under 11

di Luca Avancini | 11 agosto 2019

Brava lo lo stesso Carlotta. Ci ha provato la Vivaldelli, e per un po’ ha anche intravisto in fondo al rettilineo il traguardo della finale alla San Marino Junior Cup, prova Eta di categoria 3 riservata agli under 16, in corso sulla terra rossa del Centro Tennis Cassa di Risparmio nella repubblica del Titano. Ma l’illusione è durata solo lo spazio di un set, il primo, interpretato con coraggio e personalità dalla ragazzina ledrense che si allena a Rovereto con i fratelli Stoppini, poi è uscita fuori prepotentemente la lucida determinazione della sua avversaria, la 2.7 Letizia Migani, promettente riccionese classe 2004, sesta testa di serie del tabellone, e la partita ha cambiato completamente direzione. 4-6 6-1 6-0 il punteggio con cui la romagnola ha staccato il pass per la finale dove troverà la russa Polina Skopintseva, numero due del seeding; è evidente che la Migani aveva qualcosa in più da spendere in quanto a energie nervose e fisiche, quelle che da metà partita sono completamente venute a mancare alla nostra. Ci sta, non dimentichiamoci che per la Vivaldelli si trattava della terza partecipazione a un torneo Eta, che ha un carico di tensione ben diverso da un normale torneo giovanile. Carlotta ha giocato il suo tennis in avvio, si è aperta bene il campo con il rovescio due mani ed è riuscita a chiudere più volte lo scambio con il diritto, ma la tennista del Ct Riccione è stata brava a riguadagnare subito campo all’inizio del secondo set, quando la trentina ha un po’ abbassato la guardia, ha alzato decisa il ritmo e l’intensità del palleggio, prendendo il sopravvento da fondo. E’ comunque una sconfitta che non fa male, la Vivaldelli può consolarsi sapendo di aver disputato un ottimo torneo, che ne certifica l’ulteriore crescita sul piano del gioco e della tenuta; in primavera usciva al primo turno a Crema, qualche settimana dopo vinceva la sua prima partita a Krems, in Austria, qui avrebbe dovuto partire dalle qualificazioni e invece ha raggiunto le semifinali con un percorso netto, appena un game nel match d’esordio alla polacca Weronika Wozny, ottava favorita del seeding, quattro alla veronese del Tennis Bovolone Giulia Sophy Stefan e tre nei quarti alla quasi omonima Carlotta Vivaldi, 2.7 savonese di Carcare, del Tc Finale Ligure. Carlotta adesso può guardare avanti con più fiducia,  alle porte c’è un altro appuntamento importante, i campionati italiani under 16, che si giocheranno dal 2 al 8 settembre proprio sui campi del Ct Rovereto. 

 

L’ultima è stata comunque una settimana di piccole, ma significative soddisfazioni per il nostro giovane tennis in rosa. Sulle soglie dei quarti si è chiusa la bella avventura della piccola tennista dell’Ata Lisa Tomasi ai Campionati Italiani Under 13, disputati sulla terra rossa del Circolo Tennis Lucca. La nostra ha dovuto arrendersi di fronte al tennis concreto e molto regolare della piemontese di Castelletto Gaia Maduzzi. 3.1 tesserata per ActionTennis Arona, che si è imposta  con un doppio 6-4. E’ uscita comunque a testa alta Lisa, è piaciuta ancora una volta per l’atteggiamento e il carattere, per come ha tenuto botta senza mai cedere un centimetro di campo. Si è presa qualche bel punto con coraggio e istinto, senza paura di sbagliare, la Maduzzi però si è dimostrata più fredda e risoluta nei momenti che contano, e ha soprattutto ha fatto pesare quel pizzico di malizia e di esperienza che fa la differenza in un match equilibrato. La sconfitta non ha scalfito l’ottimo torneo giocato dalla nostra, un torneo che le restituisce maggiore consapevolezza e convinzione, doveva essere già casa il lunedì e invece l’allieva del maestro Max Labrocca ha saputo cogliere e sfruttare al meglio l’opportunità di rientrare in gioco dopo essere stata ripescata nel tabellone principale come lucky loser, e ha infilato due risultati di spessore, con la 3.1 savonese del Tc Finale Ligure Ludovica Penna, e la 3.2 marchigiana di Fabriano Nadin Lisi Barbarossa, già campionessa italiana under 11 nel 2017 e settima testa di serie del tabellone. 

Un torneo da cui ripartire insieme alla compagna di circolo Noemi Maines, a sua volta protagonista in positivo, Noemi ha ceduto al secondo turno con la 2.8 Sveva Zerpelloni, veronese dello Scaligero e sesta favorita del seeding, ma ha saputo allungare la sfida al terzo mostrando per larghi tratti del match le sue promettenti qualità. . 

Insieme Noemi e Lisa erano al via anche nel torneo di doppio, al primo turno però hanno dovuto cedere alla 3.1 cagliaritana Beatrice Zucca e alla 3.2 romana dello Junior Balocco Flaminia Micheletti, a segno in due combattuti set 7-5 7-6.


E’ finita subito invece l’avventura dei ragazzini trentini ai Campionati Italiani Under 11 maschili e femminili che si giocavano sui campi del Centro Federale Estivo di Serramazzoni, in provincia di Modena. La roveretana Ana Tamindzic ha tenuto botta caparbiamente per due set, ma poi ha dovuto cedere alla 4.1 veronese del Ct Bardolino Maria Sole Savoia che l’ha spuntata alla distanza, 7-6 3-6 6-0; niente da fare anche per il levicense Gabriele Valentini, che ha trovato subito la strada sbarrata dal 3.5 sardo Leonardo Spano del Tc Ghilarza di Oristano, vittorioso per 6-2 6-2. Valentini e il darzese Christopher Ferretti, quest’ultimo uscito nelle qualificazioni, erano in gara anche nel torneo di doppio, sconfitti al super tie-break, 7-6 3-6 10-6 dalla coppia ligure Elia-Ferraiuolo. 

Nel torneo di qualificazione erano impegnati Christopher Ferretti e Mariastella Failoni, entrambi dell’At Darzo, purtroppo non sono riusciti a superare il secondo scoglio dl tabellone: Christopher si è imposto all’esordio per 6-4 2-6 6-2 con il 4.2 laziale Alessandro Gazza, ma poi ha trovato la strada sbarrata dal 4.1 del Tennis Harbour Milano Emanuele De Sanctis, a segno 6-1 6-0; Mariastella, dopo aver sconfitto per 7-6 6-3 la 4.2 leccese Ludovica Parlangeli, ha dovuto cedere il passo alla 3.5 siracusana Marta Maddiona, vice campionessa regionale siciliana, vittoriosa 6-1 6-2.


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi