La Winter Cup 2020 fa il pieno di iscrizioni

Scatta l'edizione numero ventitré del campionato regionale indoor, con numeri da record e ben cinquantasette squadre al via nelle tre categorie. I campioni in carica del Rungg favoriti in serie B, grande equilibrio in serie C

di Luca Avancini | 18 gennaio 2020

Ci sono tradizioni che vanno rispettate, come il panettone a Natale o come la Winter Cup a gennaio. Se poi gli inverni diventano sempre più caldi ecco che anche la voglia di tennis può tornare a crescere in maniera esponenziale. Ideata alla fine degli anni Novanta dal Comitato Trentino e considerata dai più come una buona opportunità per affinare la condizione in vista della stagione all’aperto, questa manifestazione non ha mai conosciuto crisi, anzi con il passare degli anni ha guadagnato sempre più credito e interesse. I numeri dell’edizione numero ventitré, al via nel prossimo fine settimana, sono da record: cinquantasette formazioni, nove in più della passata stagione, in lizza nelle tre categorie, serie B, C e Giovanile, quest’ultimo riservato agli under 10, 12 e 14. La formula, ampiamente collaudata, prevede tre singolari nei tornei maggiori, due maschili ed uno femminile, e un doppio maschile, sei singolari invece tra gli under.

SERIE B: RUNGG DA BATTERE - Le tredici protagoniste della B sono tutte di alto profilo, a cominciare da quelle trentine chiamate a spezzare una volta per tutte il monopolio delle rivali altoatesine, in vantaggio 15-6 nel computo dei titoli vinti. Azzardare un pronostico è sempre un compito alquanto arduo, anche per via del fatto che alcuni dei giocatori più accreditati in termini di classifica restano tali solo sulla carta. Il Tc Rungg parte in ogni caso come la squadra da battere, i tennisti di Maso Ronco sono i campioni in carica e hanno una rosa di grande compattezza e spessore, in testa il 19enne Moritz Trocker, numero 1395 Atp, il 22enne Georg Winkler e il 17enne Tobias Kirchlener, affiancati dalla giovanissima di Fiè Lara Pfeifer, classe 2003, pure lei come i compagni classificata 2.4. Se parliamo di formazioni giovani e ricche di talento non possiamo dimenticare l’Ata Battisti, inserita nell’altro girone, il B, e forte della presenza dei 2.4 Mattia Bernardi e Davide Ferrarolli, del 2.6 vicentino Alessandro Buratto, classe 1997, entrato lo scorso autunno nello staff del circolo cittadino, con una buona carta da spendere pure nel femminile, la 2.5 Sveva Bernardi. Nel suo raggruppamento il Rungg dovrà guardarsi dal Ct Rovereto di Mattia Lotti ed Elisa Visentin, con il solito Andrea Stoppini in agguato, avversari da prendere con le molle al pari dei valsuganotti dell’At Levico che si affidano ai soliti noti, Lorenzo Schmid, Tommaso Pederzolli e Alvise Zarantonello, ma che grazie alla formula del prestito si sono assicurati una ragazzina in ascesa, come la 14enne 2.8 Julia Peer, in arrivo proprio dal Rungg. Non va sottovalutato il Tc Brentonico di Giulio Tranquillini e Alessia Passerini, che gli altoatesini dovranno andare a stanare sui veloci campi dell’altopiano, solo un gradino più sotto il Tc Caldaro del 2.6 veneziano Federico Gavardina e il Comune Bolzano che ha nel femminile il valore aggiunto, la 20enne 2.5 Sophie Walzl. Da seguire con interesse l’Ata B, dei fratelli Versini e di Stefan Vedovelli, ai quali si è aggregato il 2.5 viareggino Niccolò Baroni, classe 2003, che si allena da qualche mese in via Fersina, per due anni di fila campione regionale toscano under 16. Ata A in prima fila nel girone B (quello a sei), seguita a ruota dal Ct Trento che punterà sul 2.4 Pietro Pecoraro e sul ritorno della 2.5 Viola Cioffi. Lo stuzzicante derby con l’Argentario di Michelangelo Endrizzi (in prestito da piazza Venezia), ma soprattutto della grande ex Monica Cappelletti, fissato in calendario per la prima giornata provvederà a misurare da subito le ambizioni delle due compagini in chiave play-off. Può dire la sua pure il Ct Arco di Giacomo Fratton e Alessio Bresciani, e occhio alle due altoatesine, il Ct Lana della 15enne 2.6 Franziska Daum e il Tc Bressanone del 2.5 Michael Kerschbaumer.

Nel fine settimana scenderà in campo solo il girone A, sette giorni più tardi toccherà anche al B. Subito in pista invece serie C e giovanile. 

 

Il programma della prima giornata in serie B. Girone A: Ata B-Rovereto (18/1), Levico-Rungg (18/1), Comune Bolzano-Brentonico (19/1), riposa: Caldaro. Girone B: Bressanone-Arco (25/1), Argentario-Trento (26/1), Ata A - Lana (25/1). 

 

GRANDE EQUILIBRIO IN C – Saranno ben trentasette, divise in sette gironi, le aspiranti in serie C, ben sei in più del 2019. I numeri elevati suggeriscono equilibrio, anche se le rappresentanti della provincia di Bolzano sono in netto vantaggio stavolta, ventitré contro quattordici. L’elenco delle nostre comprende: Arco, Argentario, Borgo, Brentonico, Calisio, Cinque Contrade, Levico, Tesero, quindi Riva, Rovereto e Trento, quest'ultime in gara con due squadre ciascuna. Le altoatesine sono padrone da tempo, hanno vinto dodici delle ultime tredici edizioni del torneo, solo l’Ata è riuscita a interrompere momentaneamente l'egemonia vincendo il titolo nel 2011. Una curiosità: il Tc Brunico, che ha brindato lo scorso anno, non sarà al via quest'anno.

 

RUNGG A CACCIA DELL’ENNESIMO TITOLO JUNIOR - Il Rungg, dominatore nel 2018 e 2019, è ancora una volta il grande favorito. Dovrà guardarsi da antagoniste competitive come Argentario e Bolzano. Assente l’Ata, saranno solo tre le formazioni trentine, due del circolo di Cognola, più il Ct Arco. Il torneo è cresciuto sotto il profilo tecnico, attenzione quindi alle sorprese che potrebbero nascondersi dietro l'angolo.


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi