A Tirrenia aggiornamento per maestri e dirigenti

Ben 270 dirigenti impegnati nell'aggiornamento e nei corsi di 1° e 2° livello

02 febbraio 2020

Il tennis toscano si aggiorna e lo fa al centro tecnico di Tirrenia. Ben 270 dirigenti provenienti da tutta la regione si sono confrontati con il management nazionale della Federtennis e con le nuove dinamiche organizzative che il nuovo direttore generale Marco Martinasso ha messo in atto. Presente il vice presidente della Fit Gianni Milan insieme ai consiglieri Isidoro Alvisi e Guido Turi oltre al presidente della Federtennis Toscana Luigi Brunetti. "La Toscana risponde sempre presente - dice il vice presidente Milan - e i risultati confermano la passione e le capacità". " Questo era il secondo appuntamento dopo Napoli - spiega Turi - e mi fa piacere vedere tanti dirigenti che vogliono essere informati su varie tematiche". "Un risultato importante che condivido con tutti i circoli e il consiglio regionale - dice Brunetti - siamo a quasi 30.000 tesserati e soprattutto c'è voglia di partecipare ed essere parte di un sistema che vuole essere sempre più professionale" Si è parlato anche di tennis giocato con Filippo Volandri, direttore tecnico del centro. "Tirrenia è un punto di riferimento per la formazione dei nostri atleti - dice Filo Volandri - proprio in questi giorni la squadra di Fed Cup si è allenata insieme al capitano Tathiana Garbin in vista della trasferta in Estonia. Ci sono stati due giorni molto intensi con i maestri e i tecnici di tutta la Toscana per dare nuovi spunti per creare nuovi giocatori. Il fatto fondamentale è quello di dare fin da piccoli tutte le competenze possibili per poi andare a lavorare in maniera specifica su chi ha delle doti. Inoltre abbiamo fatto diversi raduni con prospetti molto interessanti. La fase è positiva e c'è un bel clima".  Per la Federtennis c'è una vera e propria trasformazione verso un modello azienda  ? " Oggi la Federazione si sta muovendo sempre più nella direzione di una “Media Company” moderna. Ci rivolgiamo ai nostri tesserati (circa 400mila utenti), ai circoli (3.200 club), ma anche ai semplici appassionati di tennis e al mondo dei giovani, atleti e fan del prossimo futuro- spiega il direttore generale Martinasso - Ecco perché ci dobbiamo muovere come una azienda moderna, che si rivolge a diversi target attraverso la promozione delle nostre discipline di riferimento: tennis, chiaramente, ma anche padel, beach tennis e tennis in carozzina". Attraverso i grandi eventi sportivi si avvicinano le aziende per sostenere il tennis ? "’L'assegnazione a Torino del grande evento delle Atp Final per il quinquennio 2021-2025 lancia il nostro paese al livello di Stati Uniti, Francia, Gran Bretagna e Australia, le nazioni degli Slam. Forse anche un po’ più su: con Internazionali BNL d’Italia e Next Gen Atp Finals un’offerta di sport e spettacolo unica al mondo. Dal lato dei partner possiamo affermare che abbiamo intercettato alcuni importanti settori merceologici come il comparto bancario e assicurativo, l’automotive, l’energia, le bevande, l’orologeria e ancora altri, ma possiamo ulteriormente crescere nei prossimi anni. Nel caso delle Next Gen Atp Finals di Milano, riservate ai migliori Under 21 del mondo, vantiamo la presenza di Emirates, Tag Heuer, Acqua Lete, Dunlop, Lotto e Kia ed ora avremo un prodotto Gold che ci farà fare un ulteriore salto di qualità ma è necessaria un'organizzazione sempre più digitale". Gli Internazionali d'Italia rimangono un valore aggiunto ? ""Un must per la Federtennis, organizzata in partnership con il CONI, e nel 2019 abbiamo registrato i record di sempre sia per presenze che per giro d’affari. In futuro cercheremo di portare il tennis in città: il complesso del Foro Italico dovrà diventare ancora di più nei giorni della manifestazione un polo di attrazione di tutta la città. Su questo fronte dovremo lavorare per lanciare nuove idee e iniziative. L’intera area del site deve inoltre diventare un “place to be” da vivere. Con un biglietto ground molto competitivo nel prezzo tante persone possono entrare al Foro Italico, ammirare il “Pietrangeli”, uno dei campi da tennis più affascinanti del mondo, ammirare i match programmati sugli altri court secondari e visitare il villaggio commerciale". Un vero e proprio riassetto globale che parte dai circoli e arriva ai big del tennis

Questo il calendario dei lavori:
09.00: Saluto del Vice Presidente FIT Gianni Milan, e dei consiglieri Isidoro Alvisi, Guido Turi,
9.15: Marco Martinasso, “Programma di sviluppo del Gruppo FIT”
09.45: Marco Perciballi, “Responsabilità giuridica e modelli organizzativi delle
Associazioni/Società sportive dilettantistiche”;
10.45: Alessandro Bolis, “La FIT e l’Istituto per il Credito Sportivo. Agevolazioni per gli Affiliati
FIT”;
11.00: Coffee Break;
11.15: Massimiliano Brocchi, “Il Team Building nella gestione di un circolo sportivo”;
11.45: Marco Perciballi, “Novità Fiscale ed amministrative 2020”;
12.30: Mauricio Rosciano, “Come, quando e perché. L’importanza dei regolamenti”;
12.40: Michelangelo Dell’Edera, “Le Scuole Tennis e nuovi Progetti Federali; Evoluzioni delle
qualifiche professionali FIT e relative competenze”;
13.30: Fine dei lavori.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi