-

La Sicilia pronta ad un nuovo super anno di Padel

Parola al consigliere regionale addetto al settore Adriano Sammatrice

di | 11 gennaio 2022

Un’esperienza che ricorderà a lungo dato che non capita tutti i giorni di trovare dall’altra parte della rete un campione del Padel del calibro dell’italo – argentino Marcelo Capitani.

La settimana scorsa infatti il consigliere regionale addetto al Padel Adriano Sammatrice in quel di Grosseto, dove è andato principalmente per accompagnare l’agrigentino Matteo Platania, atleta di interesse nazionale, ha colto l’occasione per prendere parte anche lui al torneo Open da 4.000 euro di montepremi e, agli ottavi di finale, Sammatrice e Walter Sampieri entrambi del Padel Zone Siracusa hanno incrociato le racchette con la coppia Capitani – Carlini.

Scontato l’esito finale, ma resta per Sammatrice, così come per il suo compagno, l’indiscutibile privilegio di aver giocato contro uno tra i più forti padelisti italiani di sempre e attuale allenatore della nazionale juniores, alla quale ricordiamo, la Sicilia lo scorso mese di settembre, ha dato ben cinque atleti per i mondiali juniores svolti in Messico, uno dei quali era proprio Matteo Platania.

Ho avuto il grande onore di giocare contro Marcelo Capitani, che rappresenta la storia del Padel in Italia – spiega Sammatrice -. Oltre al piacere di vedergli effettuare colpi di valore assoluto, con una tecnica sopraffina, nonostante non sia più un “ragazzino”, ciò che colpisce è il modo esemplare di stare in campo. Ricorderò a lungo questo match, non certo per il risultato, ma sicuramente per il prestigio che ne scaturisce. Capitani era presente a Grosseto per visionare tutti i ragazzi di scena al torneo, e proprio con uno di questi, Gianluca Carlini, ha deciso di iscriversi, a testimonianza di quanto creda nel progetto under italiano, e nel ruolo di allenatore della nostra fortissima rappresentativa nazionale juniores”.

Sammatrice è una sorta di deus ex machina a livello organizzativo del Padel regionale e grazie anche al lavoro dell’intera Fit Sicilia presieduta da Giorgio Giordano, la regione è ai primissimi posti in Italia per quel che concerne risultati, circoli affiliati, campi e tanto altro. Ecco cosa si aspetta dal nuovo anno il giovane intraprendente dirigente siracusano. Grande novità la nascita di due Centri Periferici, uno a Palermo (Country Time Club) e uno a Siracusa (7Padel Village).

Il 2022 è appena cominciato -prosegue Sammatrice - ed il nostro comitato regionale, sotto la guida del presidente Giordano, è assolutamente consapevole dell’importanza del nuovo anno per il settore Padel, che sarà investito da una piccola rivoluzione, determinata dalla partenza dei centri tecnici federali, che nella nostra regione saranno addirittura due. Proprio in quest’ottica, ho deciso di accompagnare Matteo Platania all’importante Torneo Open di Grosseto, dove tra gli iscritti figuravano alcuni dei più forti giocatori italiani, e molti dei migliori under della nostra federazione”.

Sicilia al top nel settore Padel in particolare in ambito juniores.

Ripartiamo dal settore under, grazie al lavoro svolto da Antonio Amore negli anni precedenti, che è sempre al nostro fianco soprattutto quando si parla di giovani, considerando anche il grande successo del Mas Padel Center, che ha conquistato il titolo nazionale Under 23. La nascita dei centri tecnici sul territorio, l’esperienza dei 5 convocati agli scorsi mondiali in Messico e i tanti progetti rivolti al settore giovanile, ci fanno ben sperare per gli anni a venire; il presente sono giocatori come Steve Stracquadani, Giulio Trombino, Raffaele Marino e Matteo Platania al maschile, senza dimenticare Giorgia Di Paola, Aurora Buscaino e Tea Corso al femminile, che seguiremo in tutti i loro risultati stagionali, e come appena fatto proveremo ad assistere in qualche esperienza oltre isola. Speriamo che i maestri ci aiutino a rendere il Country Time Club ed Il Seven Padel Village, come centri tecnici, una seconda casa per tutti i giovani campioncini siciliani e in seconda battuta che tanti progetti riescano a decollare”.

Il 2021 è stato straordinario per la Sicilia anche per a livello TPRA. Migliorarsi è sempre complicato ma non impossibile.

Non sarà facile, ma il movimento è in crescita e una buona organizzazione, unita ad una altrettanto buona pianificazione di tornei, circuiti, e campionati a squadre, può aiutarci. A livello centrale stanno nascendo nuovi importanti progetti, la Federazione nazionale ha ampliato il settore Padel ed il nuovo responsabile Mattia Coden, ha da subito preso in mano le redini partendo proprio da un’analisi dei vari territori che molto ci aiuterà per crescere ancora. Coppa delle Province, Assoluti Provinciali e Regionali ( di tutte le categorie ) saranno il “must” del 2022, senza dimenticare il grande mondo amatoriale che ci vede nel TPRA al momento primeggiare con orgoglio in Italia, grazie al Fiduciario Martino Gramignano che è il nostro “Capitani”. A breve – conclude Sammatrice - uscirà il calendario del primo trimestre di tornei in regione, e già lì ci saranno tante sorprese. Parafrasando il nostro “inimitabile” Gabriele Palpacelli, W il Padel siciliano!”.

Padel, sempre più Padel, la Sicilia è pronta a stupire anche nel 2022. Buon Padel a tutti.

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti