Palermo Ladies Open, arrivederci al prossimo anno!

Dopo l'ottima riuscita di quest'anno, il Country Time Club di Palermo pensa già alla prossima stagione e al prossimo torneo da organizzare

di Redazione | 30 luglio 2019

Certi tornei non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano. Dopo 6 anni di stop, il 2019 ha segnato il ritorno del torneo Wta del Country Time Club, 30 Palermo ladies open. E tutto grazie alla passione e all’impegno di due validi dirigenti come Oliviero Palma direttore del torneo e Giorgio Cammarata presidente del sodalizio di viale dell’Olimpo.

Fondamentale per la realizzazione di questo evento da 250.000 euro di montepremi il contributo di alcuni sponsor privati.

Ad iscrivere il nome nell’albo d’oro la giovane elvetica Jil Teichmann vincitrice in finale davanti ad un centrale gremito sulla stella del torneo l’olandese Kiki Bertens numero 5 al mondo.

Un evento che ha avuto dei prologhi prestigiosi quali le conferenze stampa alla Rinascente di Milano e Palermo e l’incontro a Roma presso la sala polifunzionale della galleria Alberto Sordi.

Non solo tennis durante la settimana dal 20 al 28 luglio, ma anche cultura, cene stellate e pomeriggi letterari, il tutto nelle aree tra il bordo della piscina e il village allestito fuori dal Country. Nella giornata dedicata alle semifinali, anche la consegna dei premi Ussi estate, C’è stata anche la possibilità di incontrare la tennista serba Aleksandra Krunic presso la Rinascente di via Roma per un meet and greet con gli appassionati di tennis.

Parte integrante del 30° Palermo ladies open anche il comitato regionale, presieduto da Gabriele Palpacelli che ha organizzato alcuni eventi a margine del torneo.

Ricordiamo tra questi il Kids day di domenica 21 luglio con Bertens e Gavrilova che hanno giocato insieme ad alcune tra le migliori under 10-12 convocate per un raduno regionale. E poi un altro scambio di palleggi tra i maestri del Country ed alcuni bambini di un istituto dello Zen di Palermo. Infine sabato 27 luglio l’evento più emozionante, ovvero il “Disabilities Tennis Event”, dedicato ai ragazzi in carrozzina e con disabilità intellettive, che hanno avuto la possibilità di palleggiare con alcuni maestri siciliani e con la licatese Dalila Spiteri. “Questa manifestazione corona un progetto su cui puntiamo molto come comitato regionale – ha spiegato il presidente della Fit Sicilia, Gabriele Palpacelli – crediamo molto nel progetto, è bello vedere questi atleti cimentarsi con maestri e giocatrici”.

Un progetto quest’ultimo che vede la Fit Sicilia in prima linea, grazie al lavoro del consigliere regionale Gaetano Alfano e al fiduciario regionale per il tennis in carrozzina Peppe Cobisi.

Di tutto quanto successo durante la rassegna andata in scena al Country non potevano che essere soddisfatti Palma e Cammarata, in particolare per la grande risposta a livello di presenze con oltre 1000 abbonamenti venduti.

Ringraziamo la gente e gli sponsor, l’incasso si aggira intorno ai 120.000 euro. A metà settembre presenteremo a sponsor e partner il bilancio consuntivo e i programmi per la prossima edizione”.

Ad assistere alla finale e a premiare la vincitrice il primo cittadino di Palermo Leoluca Orlando.

Questo torneo è l’esempio dell’eccellenza che torna nella nostra città. Complimenti al Country per aver riportato a Palermo questo evento dopo sei anni”.

Pubblico rimasto sbalordito anche dagli effetti scenici di luci sul campo centrale nei match della sessione serale.

 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi