-

Presentato il WPT Sardegna Open 2021: i numeri sono in crescita

Il bilancio della prima edizione è stato eccellente, la Sardegna punta sui grandi eventi per la sua immagine. Nel 2022 probabilmente ci saranno due tappe del WPT nell’isola. A dicembre il grande padel tornerà a Cagliari con le Cupra Fip Finals 2021

di | 08 settembre 2021

Presentazione WPT Sardegna Open 2021

Presentazione WPT Sardegna Open 2021

Ha preso il via in Sardegna la seconda tappa italiana della storia del World Padel Tour. Al TC Cagliari è stata presentata la manifestazione a cui prendono parte i migliori giocatori del mondo, uno spettacolo unico per uno sport che sta crescendo in maniera vertiginosa. Il sostegno della Regione, del Comune e dalla FIT è stato fondamentale in un momento difficile. Il bilancio a un anno di distanza dalla prima edizione e molto positivo, come hanno dichiarato le autorità presenti alla conferenza stampa. Il presidente Luigi Carraro si è sbilanciato facendo intendere che il prossimo anno in Sardegna le tappe del World Padel Tour potrebbero raddoppiare con un nuovo appuntamento oltre a quello già previsto di Cagliari.

LUIGI CARRARO: PRESIDENTE FIP

Per noi è un grandissimo onore ritrovarci in una regione che possiamo definire come la regione del padel mondiale. Un anno fa poteva sembrare una scommessa, non si era mai svolto un evento così importante in Italia. Abbiamo osato, devo ringraziare la Regione Sardegna, il presidente Solinas e l’assessore Chessa per il supporto che ci hanno fornito il quale è stato indispensabile per poter svolgere eventi importanti come questo; ringrazio anche il sindaco Paolo Truzzu che è sempre pronto a dare tutto il sostegno della città di Cagliari. Oggi possiamo dire che è stato un successo straordinario, ben al di là delle attese; tutti gli indicatori confermano che dopo la tappa del WPT del 2020 il padel ha iniziato a crescere a ritmi senza equali in altri sport. In Sardegna c'è stato un grande ritorno di immagine ed economico durante l’evento: si sono moltiplicati per sei i numeri di campi di padel, gli appassionati sono cresciuti e aumentati così come lo è stata la possibilità di praticare questo sport. Questo significa dare nuova economia, nuova attività imprenditoriale e nuova possibilità di lavoro. Presentiamo oggi la seconda edizione del WPT che ancora per quest’anno sarà l’unica tappa italiana, è importante per l’Italia, per il padel e per la Ragione Sardegna. La Sardegna è grande non c’è solo Cagliari, chissà magari l’anno prossino ne facciamo due nella stessa Sardegna. Sicuramente l’Italia sarà in futuro protagonista del padel internazionale. Per gli anni a venire gli appassionati avranno sempre più soprese da parte nostra.

Il marchio Bull Padel ha voluto creare una edizione limitata di 1000 esemplari di una racchetta per il Sardegna Open 2021; la Sardegna piace al mondo del padel e alle aziende. Stiamo vedendo uno spettacolo bello ma da domani vedremo e vivremo tutti insieme uno spettacolo straordinario.

Luigi Carraro

Paolo Truzzu (sindaco di Cagliari)

Marco Gamberale (presidente NSA Group)

PAOLO TRUZZU: SINDACO DI CAGLIARI

Ringrazio il presidente Carraro per avere riportato questo evento in città. Non passa giorno che non arrivi qualcuno in Comune per chiedere dove poter realizzare dei campi da padel; questo significa che c’è un grande interesse da parte degli appassionati ma anche da parte di chi vuole mettere su una attività imprenditoriale. Ci fa piacere che sia diventato una consuetudine avere dei tornei di livello internazionale, significa che la città è capace di accogliere eventi di questo tipo e gli spostivi di livello. Il Tennis Club Cagliari è un gioiello della città.

MARCO GAMBERALE: PRESIDENTE NSA GROUP

È stato bellissimo l’anno scorso costruire questo evento insieme alla Regione alla FIT e al Comune, era una scommessa molto importante, una pazzia di organizzare quell’evento in un momento difficile in 40/50 giorni. Sono tanti hanno che lavoro in questo settore, per un organizzatore è tutto avere le amministrazioni e la federazione come supporto.

L’anno scorso è stato il primo evento con un pochino di pubblico, era il 25%, quest’anno ne avremo il 50% e ci sarà praticamente il tutto esaurito. È una grande soddisfazione riuscire a cavalcare questo sport che sta sorprendendo tutti giorno per giorno. Anche gli sponsor ci sono accanto, grandi marchi italiani stanno sposando questo sport che sta facendo una crescita molto importante. Per noi è divertente sviluppare questo sport, le ragazze più forti del mondo, che sono qui, sono state parte del progetto con la regione, hanno fatto da brand ambassador: hanno portato il marchio Sardegna in tutto il mondo, vincendo la maggior parte dei tornei. Siamo molto contenti del lavoro che stiamo facendo con la Sardegna.

GIANNI CHESSA: ASSESSORE AL TURISMO REGIONE SARDEGNA

Nel 2016-2017 ho avuto la possibilità di installare dei campi da padel a Cagliari, ero assessore ai lavori pubblici ma il sindaco mi disse di no perché non credeva nello sport. Mi aveva incantato una foto che mi avevano fatto vedere e avevo intuito che era uno spot che sarebbe esploso dappertutto. Oggi siamo entrati al governo con Solinas e quel progetto si e dimostrato vincente; spesso la politica deve saper cogliere le proposte degli imprenditori, sono investimenti. La scelta politica che abbiamo fatto è un investimento non una spesa, è una ricaduta economica importante oltre quella di immagine, noi andiamo nel mondo per portare il mondo qua. Uno degli strumenti che ci da grandi possibilità di visibilità sono i grandi eventi sportivi. A Cagliari ci sono circa 4000 persone tra atleti e indotto per due eventi che sono in corso. A dicembre il grande padel tornerà al Palazzetto dello sport di Caglicon le Cupra Fip Finals (master FIP).

Gianni Chessa (Assessore al turusmo regione Sardegna)

Christian Solinas (presidente regione Sardegna)

CHRISTIAN SOLINAS: PRESIDENTE REGIONE SARDEGNA

Voglio ringraziare e dare il benvenuto agli atleti che sono arrivati in Sardegna. Con Luigi Carrano abbiamo deciso di scommettere in momento difficile per portare in Sardegna il top della manifestazione sportiva, il WPT. Abbiamo scommesso bene credo, gli sponsor sono la testimonianza migliore di come il turismo in Sardegna, se declinato nei vari modi possibili non solo negli aspetti paesaggistico ambientali ma anche per quelli enogastronomici e culturali, può contribuire in maniera significativa al pil di questa regione.

È un momento di grande interesse ci sono tv e mass media da tutto il mondo che seguono la manifestazione, è una vetrina che valorizza la Sardegna anche per una serie di attività che non sono le più tradizionali, come l’innovazione e la ricerca. La Regione investirà sempre più in promozione di un sistema integrato tra sport, economia, cultura e istituzioni. Auguro a tutti la migliore esperienza possibile.

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti