Lo sport contro il coronavirus: #distantimauniti

Parte la campagna social voluta dal Ministro dello Sport, Spadafora. Tra i testimonial anche gli azzurri di Coppa Davis protagonisti la scorsa settimana a Cagliari

10 marzo 2020

L’emergenza Coronavirus tocca ormai ogni angolo d’Italia, e non solo. Non fa eccezione lo sport italiano, che come tante altre attività sarà fermo almeno fino al 3 aprile. In questo momento in cui si chiede all’intera popolazione di rispettare indicazioni particolarmente stringenti e limitative della libertà personale, tra cui quelle della ''distanza di sicurezza'' e di evitare il contatto fisico, c'è il rischio che questo possa presto trasformarsi in ''isolamento'' e che ci si allontani l'uno dall'altro. Il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha lanciato la campagna social sotto l’hastag #Distanti ma uniti". Tra i testimonial già tantissimi campioni dello sport italiano, tra cui anche gli azzurri protagonisti la scorsa settimana a Cagliari in Coppa Davis (Fabio Fognini, Lorenzo Sonego, Gianluca Mager, Stefano Travaglia e Simone Bolelli), che posano simbolicamente allungando il braccio come a toccare qualcuno che non si vede, ma sappiamo che c’è. “Le distanze non devono separarci. Anche se sei giovane è il momento di rispettarle. Allunga un braccio verso l’altro e sembrerà quasi di toccarci. #DistantiMaUniti #iorestoacasa”.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi