Tricolori 2ª categoria: giornata di doppi turni, avanza Anna Floris, escono gli altri sardi

Si gioca a Cagliari il tabellone principale nell'edizione 2019 dei Campionati Italiani (288 iscritti: 183 uomini e 105 donne). Resta Anna Floris a difendere i colori della sardegna, Eliminati Nicolò Dessì e Marco Dessì

17 settembre 2019

Tra le magnifiche otto dei Campionati Italiani di Seconda Categoria, in svolgimento al Tennis Club Cagliari, sede dell'evento per il secondo anno consecutivo, in questo caso "combined" (ricco il montepremi complessivo: in palio 23.000 euro), c'è anche Anna Floris. E pure Antonio Campo, nel tabellone maschile, continua ad essere l'uomo da battere.

La cagliaritana ex 129 del mondo, dopo le fatiche dell'esordio con Enola Chiesa, ha vinto in scioltezza superando 6-2 6-1 Asya Colombo (2.4, Tennis project Osio). Ora è ai quarti. È l'unica rappresentante sarda dei singolari rimasta in gara: eliminati nei 16esimi Niccolò e Marco Dessì, gli altri isolani superstiti. Tutti e due a testa alta. Venerdì Floris se la vedrà con Gaia Squarcialupi, che invece ha faticato un po' con Silvia Saccani. Soprattutto all'inizio: 1-6 6-3 6-1. Avanti anche Natasha Piludu, 2.4 del Circolo tennis Bari, ma di chiare origini sarde. Per lei una piccola impresa visto che ha battuto la fiorentina Alessia Bianchi, 2.3, più in alto di lei in classifica. Piludu, che in luglio ha rappresentato l'Italia alle Universiadi di Napoli, si giocherà l'accesso alle semifinali con Costanza Traversi, vincitrice in rimonta (2-6 6-1 6-3) sulla riminese Emma Ferrini. Bene anche un'altra delle favorite, Giorgia Marchetti: ha vinto 6-0 6-1 contro Elisa Cordovani. Avanti anche Nicole Fossa Huego contro Monica Cappelletti, compagna di doppio di Floris: 6-2 6-2. Ai quarti al tie-break decisivo Giulia Crescenzi contro Chiara Catini: 3-6 6-2 7-6. Dovrà vedersela con Giulia Gabba, che ha chiuso in due set (6-4 6-4) la sfida con Matilde Mariani. 

ELIMINATI DELLA TOMMASINA E PONTOGLIO

 

Tra gli uomini Antonio Campo, testa di serie numero uno, continua a correre anche nella giornata dei doppi turni: prima batte il suo compagno di doppio Domenico Cocco per 6-0 6-0. Poi va avanti superando 6-2 6-4 il ligure Riccardo Tavilla. Una attenuante per lo sconfitto: poche ore prima aveva dovuto lottare contro il sardo Marco Dessì riuscendo a spuntarla solo al terzo set, per giunta al tie break (3-6 7-5 7-6).

Avanti ai quarti anche Federico Campana, Giorgio Portaluri, Giulio Graziotti, Andrea Grazioso, Georg Winkler, Alberto Cammarata e Marco Mosciatti. Campana ha battuto Antonio Caruso (6-4 6-1) e poi ha conquistato il posto tra i primi otto sconfiggendo Giuliano Benedetti, ritirato al terzo set sul 3-1. Portaluri ha superato al primo turno Davide Melchiorre, ritiro al primo set. Poi si è imposto su Samuele Pieri 6-3 6-1. Giulio Graziotti è partito con la vittoria su Cristiano Russo (6-3 6-4) e ha continuato ad alzare i pugni al cielo, sempre in due set, contro Andrea Del Prete. Grazioso ha esordito eliminando ai sedicesimi Leonardo Taddia (6-0 6-1) e ha proseguito il cammino battendo Alessio Demichelis per 7-5 6-3.

Eliminato invece uno dei favoriti, Davide Della Tommasina: ha vinto in tre set (7-5 4-6 6-2) contro Alessandra Scialla, ma poi è caduto dopo una dura battaglia con l'altoatesino Winkler, per 6-2 7-5. Lo stesso Winkler aveva eliminato al primo turno Andrea Turco 6-3 7-5. Bella giornata anche per Cammarata. Esordio 6-3 6-4 contro Edoardo Bottino. E poi accesso ai quarti nella sfida (6-3 6-1) contro Giuseppe Tresca, che aveva imposto l'alt al sardo Niccolò Dessí ai sedicesimi per 6-1 7-5. Fuori anche Davide Pontoglio: ha battuto 6-3 6-4 Leonardo Rossi ma poi agli ottavi ha trovato Mosciatti, galvanizzato dalla vittoria (6-1 6-4) su Tommaso Brunetti. Ed è finita al terzo set: 6-3 4-6 6-4.

Continua il torneo di doppio, con incontri sino a tarda sera. Venerdì quarti di finale per tutti e tre i tornei. 

ORDINE DI GIOCO venerdì 20 settembre

SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO FEMMINILE

QUALIFICAZIONI MASCHILI

QUALIFICAZIONI FEMMINILI

CLICCA QUI PER LE INFO

IL PERSONAGGIO
Le trappole non mancano mai ai campionati italiani di seconda categoria, neanche per la testa di serie numero uno del tabellone maschile che pure corre spedito verso la meta senza perdere un colpo. Antonio Campo come tutti gli uomini rimasti in gara ha giocato due turni oggi e si augura sia così anche domani visto che procede bene anche nel doppio. Classe 1993, il palermitano ha sbrigato la prima formalità al mattino senza concedere neanche un game al malcapitato avversario. Poco più combattuta la sfida nel pomeriggio. “Con Tavella ho vinto il primo set 6-2 – dice il siciliano - poi nel secondo sul 4-2 mi sono un po’ rilassato facendomi riavvicinare. Ma mi sono ripreso giusto in tempo per chiudere i conti sul 6-4”. Il 2019 è stato per lui un anno importante che vorrebbe chiudere con un altro successo. “Ho giocato tanto e vinto tanto – dice senza un briciolo di superbia, quasi stesse parlando di un’altra persona – ora tutti cominciamo a sentire un po’ la stanchezza, ma questo scudetto sarebbe una bella ciliegina sulla torta e gli stimoli per fortuna sono ancora tanti”. Cresciuto nel Tc Palermo 2, è rimasto molti anni nel suo club prima di spiccare il volo: “In seguito sono stato due anni a Roma, poi a Foligno. Ora non ho una sede fissa, farò la preparazione invernale a Palermo e poi mi sposterò tra Milano e Sanremo. In questo momento non ho un allenatore, viaggio solo. Faccio base a Sanremo da Civarolo e Palpacelli e quest’ultimo è anche il mio capitano nella squadra di A2”. La classifica Atp l’ha assaporata, ma per il momento ha scelto i tornei nazionali. “Due anni fa avevo raccolto una quarantina di punti e raggiunto la posizione intorno al numero 700, e penso che potrei fare anche meglio. Però a metà del guado non si può stare, o si scalano le posizioni oppure diventa dura mantenersi solo col tennis, perché a livello internazionale le spese aumentano di molto. Poi tra tornei e campionato a squadre ti assicuro che la competizione anche in campo nazionale non manca, e io mi diverto un mondo”. Per chi non lo conoscesse, Campo è un giocatore tutt'altro che noioso nel suo gioco. “Amo variare, partendo dal dritto che uso spesso, mi affido spesso alle palle corte e al rovescio in back. Rovescio che non essendo il mio punto di forza uso in maniera semplice. Mi piace anche il gioco a rete e capita spesso quando servo bene la prima che mi tenti il serve and volley”. La Sardegna  gli piace per due motivi. “Intanto perché qui gioco bene. L’anno scorso mi fermai ai quarti col mio compaesano Massara giocando un bel torneo. In precedenza avevo ottenuto una semifinale e una finale. Poi per un palermitano trovare il mare significa sentirsi a casa”. Tutto bello, tutti bravi, però Antonio Campo rivolge una preghiera per il futuro. “Penso di poter interpretare un pensiero comune tra i giocatori: se fosse possibile anticipare di un giorno le qualificazioni il tabellone principale potrebbe cominciare il lunedì e poi non ci sarebbe bisogno dei doppi turni in un giorno. Ma lamentarsi in un posto così bello e di fronte a tanta disponibilità e gentilezza sarebbe davvero troppo”.
RECORD DI ISCRITTI: 288. DI NICOLA E FLORIS FAVORITI
A darsi battaglia per la conquista dei titoli individuali e di doppio – ricco il montepremi complessivo: in palio 23.000 euro - sono 288 atleti, 183 uomini e 105 donne, per quello che è un record di iscritti.

BINAGHI INAUGURA IL CAMPO COPERTO

L'edizione 2019 dei Campionati italiani di seconda categoria sarà arricchita da alcuni eventi collaterali. Durante la settimana del torneo si terrà il party serale nella terrazza del TC Cagliari e venerdì 20 sarà inaugurato il tanto atteso campo al coperto con un doppio esibizione al quale prenderà parte anche il presidente della Federazione Italiana Tennis Angelo Binaghi, cagliaritano cresciuto con la racchetta in mano proprio nei campi di Monte Urpinu. Per l’occasione è in programma un evento di degustazione delle specialità tipiche dell’isola: saranno presenti numerose realtà del settore enogastronomico sardo.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi