Serie A1, si parte! Angiulli e Maglie impegnate in trasferta

La compagine barese affronterà il New Tennis Torre del Greco, mentre i salentini dovranno vedersela con il TC Prato

11 ottobre 2019

Tutto pronto il campionato di tennis di serie A1 maschile. Sono due le squadre pugliesi che cominceranno il percorso domenica prossima: si tratta del Circolo Tennis Maglie e dell’Angiulli Bari.

Il CT Maglie affronterà il TC Prato in trasferta nella prima giornata di campionato. Il circolo toscano, che vanta una lunga tradizione tennistica soprattutto con la squadra femminile che ha vinto ben 5 scudetti, ha in organico validi elementi come l'argentino Arguello Facundo Gabriel (223 ATP, 2.2), lo slovacco Filip Horansky (173 ATP, 2.2) il bulgaro Dimitar Kuzmanov (294 ATP, 2.1), Jacopo Stefanini (2.2) e Matteo Trevisan (2.2).

Il team del CT Maglie ha in formazione il bielorusso Egor Gerasimov (92 ATP, 1.15), il tedesco Peter Torebko (309 ATP, 2.1), l'olandese Jelle Sels (308 ATP, 2.1), il francese vincitore del Roland Garros Junior 2016 Geoffrey Blancaneaux (328 ATP, 2.2) , Francesco Garzelli (2.2), Mattia Bellucci (2.3), Erik Crepaldi (2.3), Giorgio Portaluri (2.4), Mattia Leo (2.5), Daniel Bagnolini (2.5), Silvio Mencaglia (2.7), Alessio Giordano (2.8), Gabriele Frisullo (3.1), Alexander Gammariello (3.1), Luigi Corrado (3.2), Marco Baglivo (3.3).

Per il direttore sportivo del CT Maglie, Antonio Baglivo: "La Toscana, con le sue squadre, rappresenta quest'anno circa un terzo dei partecipanti nei campionati di A1 e A2, di cui alcune già vincitrici di scudetto. Iniziare bene la nuova stagione a Prato sarà quindi importante per noi per verificare l'assetto della squadra nella quale, oltre all'inserimento di Sels e Blancaneaux, che si alterneranno a Gerasimov e Torebko, è possibile vedere all'opera giovani come Mattia Bellucci e Daniel Bagnolini che saranno, nelle intenzioni del circolo, il futuro della squadra".

 

Angiulli Bari in trasferta a Torre del Greco

Il sogno era terminato sul più bello, con un pareggio sul campo del CT Parioli. L’Angiulli Bari è stata la protagonista indiscussa dell’ultimo campionato di Serie A1 maschile: i ragazzi guidati da Roberto Capozzi e Vito Calabrese, contro ogni pronostico, raggiunsero le semifinali scudetto e si arresero soltanto al CT Parioli, perdendo 2-4 in casa e sfiorando il colpaccio in terra romana (3-3 il risultato della gara di ritorno). Un’esperienza incredibile, che risvegliò l’entusiasmo dell’intera città di Bari.
Le emozioni suscitate dalla cavalcata dello scorso anno sono ormai acqua passata, ma la compagine barese è pronta per affrontare il campionato di Serie A1 2019-2020. I baresi sono stati inseriti nel gruppo 3 insieme a Park Tennis Genova, New Tennis Torre del Greco e Ctd Massa Lombarda. Domenica esordiranno in trasferta sui campi di Torre del Greco:   “Sicuramente non sarà facile – spiega Roberto Capozzi, uno dei due capitani dell’Angiulli Bari -, affronteremo squadre attrezzate che lotteranno per vincere il girone. Il Park Tennis Genova è senza dubbio l’avversario più temibile: basta guardare i nomi presenti nella rosa, da Gianluca Mager a Lorenzo Musetti, per rendersi conto delle difficoltà che dovremo affrontare. Noi però ce la metteremo tutta per disputare un buon campionato”.
L’obiettivo resta la salvezza: “Abbiamo confermato alcuni dei giocatori che ci hanno aiutato nello scorso campionato – continua Capozzi -. La nostra certezza è sicuramente Andrea Pellegrino: la sua esperienza internazionale potrà darci una mano sia nei singolari che nei doppi. Potremo contare anche su Attila Balazs, ungherese ormai da anni a ridosso della top 100, e sul peruviano Dulio Beretta che sarà con noi nell’ultima parte della stagione”. L’Angiulli dispone di ottimi prospetti provenienti dal vivaio: “Luca Narcisi è stata la sorpresa dello scorso anno – aggiunge il capitano -. Nonostante la sua giovane età (classe’98, ndr), può essere la nostra arma vincente nei singolari. Anche Benny Massacri è un ottimo giocatore e sono sicuro che potremo utilizzarlo durante il corso della stagione”. Tra le sorprese potrebbe esserci Oriol Roca Batalla, 26enne spagnolo n.263 Atp: “Lo conosciamo poco – conclude Capozzi -, ma sembra un profilo adatto alla nostra squadra”.

 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi