Njlaya, Garzelli-Libera si aggiudicano la 6ª edizione del Gold Night

Battuti in finale i maestri Vito Marinelli e Vito De Vitofrancesco: "Bravi a non mollare nel secondo set"

08 agosto 2019

Si è conclusa la 6ª edizione del “Gold Night”, torneo di doppio maschile con un montepremi di 2600€ più premi disputato sui campi del Njlaya Club di Bari. Trentadue coppie si sono sfidate sui campi in terra rossa del circolo barese: la competizione ad inviti ha richiamato giovani atleti e vecchie glorie che hanno scritto la storia del tennis pugliese.

 

Francesco Garzelli e Alessandro Libera si sono aggiudicati il primo posto battendo in finale i maestri Vito Marinelli e Vito De Vitofrancesco. Dopo aver perso un primo set all’insegna dell’equilibrio, terminato 7-5, Garzelli e Libera sono riusciti a portare a casa il secondo parziale (6-4) recuperando un break di svantaggio. Nell’ultima partita la coppia ha sfruttato il calo fisico e mentale degli avversari, chiudendo sul definitivo 6-3.

"Siamo stati bravi a non mollare"

“È stata una grande finale – commentano i vincitori nel post partita -, abbiamo sofferto tanto nel primo set e nella prima frazione del secondo. Poi però siamo stati bravi a non mollare, riuscendo a recuperare lo svantaggio. La nostra arma fondamentale è stata sicuramente l’affiatamento in campo: non ci siamo disuniti e abbiamo continuato a giocare”.

Al termine del match, tutti i giocatori che hanno partecipato al torneo hanno partecipato alla cerimonia di premiazione. Spazio anche ad un premio speciale: Emilio Marturano, una delle icone del tennis pugliese, si è aggiudicato il “jackpot” da 3000 euro per i risultati ottenuti nelle sei edizioni del torneo “Gold Night”.

“Anche quest’anno abbiamo assistito ad un grande spettacolo – spiega Vincenzo Elia, presidente Tennis Njlaya -, il livello di questo torneo continua a crescere anno dopo anno. Basti pensare che nell’edizione 2019 non c’era una coppia favorita, quasi tutti i tennisti in gara avrebbero potuto arrivare in finale. Assistere ad una finale così combattuta ripaga degli sforzi che abbiamo dovuto affrontare per organizzare questa competizione”.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi