-

Sport, salute ed entusiasmo: “Tennis & Friends” fa il pienone a Torino

OItre 4.000 screening gratuiti e più di 1.000 studenti coinvolti per l’official charity delle Nitto Atp Finals, che come nel 2021 ha unito sport e salute sui campi del Circolo della Stampa Sporting di Torino

di | 21 settembre 2022

Il taglio del nastro della seconda edizione torinese di Tennis & Friends, svolta al Circolo della Stampa Sporting

Tennis and Friends a Torino, ovvero sport e salute a braccetto, con le Nitto Atp Finals sullo sfondo. Per il secondo anno l’official charity del “torneo dei maestri” di novembre, si è tenuto dal 16 al 18 settembre presso il Circolo della Stampa Sporting, con lo scopo di promuovere la prevenzione attraverso visite mediche e check up gratuiti per tutti. L’evento ha permesso di effettuare più di 4.000 screening e check up, eseguiti da 300 sanitari (tra medici e infermieri di 23 branche specialistiche) dei 45 ambulatori attivi nei 33 percorsi di salute implementati al Villaggio della Salute.

Una tre giorni inedita (al consueto appuntamento del sabato e della domenica, quest’anno si è aggiunto il venerdì dedicato alle scuole) in cui al centro della scena è stata posta l’attenzione nei confronti della propria salute, condendola con tanto tennis e diversi momenti di intrattenimento. Per garantirlo sono intervenuti diversi personaggi noti del mondo dello spettacolo, della tv e dello sport, che si sono prestati a fare da ambasciatori del progetto di sport e salute: da Stefano Sorrentino a Vittorio Brumotti, da Albano Carrisi a Jimmy Ghione, da Max Giusti a Neri Marcorè, solo per citarne alcuni.

Una lunga staffetta per sensibilizzare ancora una volta la popolazione sull’importanza della prevenzione, perché una diagnosi precoce, unita a un corretto stile di vita, è oggi più che mai fondamentale. L’ha ribadito il professor Giorgio Meneschincheri, presidente e fondatore di Tennis & Friends - Salute e Sport, medico chirurgo e specialista in medicina preventiva, docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. “Quest’anno – ha detto – abbiamo inserito una giornata in più, dedicata ai giovani, puntando sulla promozione dello sport e di un corretto stile di vita fin dall’età dell’adolescenza. Oltre 1.000 studenti della città di Torino hanno preso parte all’iniziativa, riempiendo i campi da tennis del Circolo della Stampa Sporting, sia per coltivare la propria passione per questo sport, sia per avvicinarvisi per la prima volta, oltre a praticare altre attività sportive”.

“L’educazione alla salute e alla prevenzione – ha continuato il professor Meneschincheri – devono cominciare dai più giovani: è necessario aiutare le famiglie che a causa delle difficoltà economiche non possono permettersi di far fare attività sportiva ai propri ragazzi con bonus e borse di studio. I due anni di pandemia non solo hanno bloccato il mondo e insieme gli screening della prevenzione e l’attività sportiva, ma anche avuto pesanti conseguenze sui bilanci delle famiglie che oggi si trovano alle prese con difficoltà economiche che non loro permettono di sostenere, come prima, i costi dell’attività sportiva dei figli. Siamo molto soddisfatti della risposta che abbiamo avuto qui a Torino, con una partecipazione che ripaga degli sforzi fatti e gratifica un evento ormai consolidato”.

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti