Mager cala il tris: suo il derby con Lorenzi a Biella

Il 24enne sanremese conquista il “Thindown Challenger" , terzo centro stagionale (dopo Coblenza e Barletta) e in carriera, superando in tre set il 37enne senese, alla 40esima finale in questo circuito

22 settembre 2019

Gianluca Mager cala il tris vincente aggiudicandosi il "Thindown Challenger Biella", torneo ATP con montepremi di 46.600 euro che si è concluso sulla terra rossa del rinnovato circolo di "Via Liguria 2.0". 
Il 24enne sanremese, numero 142 del ranking mondiale ed ottava testa di serie, in quella che era per lui la quarta finale challenger in carriera ha fatto suo il derby tricolore con Paolo Lorenzi, numero 120 del ranking mondiale e quarta testa di serie, con il punteggio di 60 67(4) 75, in due ore e 17 minuti di gioco.

"Sto vivendo una stagione molto positiva. Dopo Barletta e Koblenz è il mio terzo titolo Challenger. Vado avanti: penso di essere maturato molto. Nel secondo set ho tirato un po’ i remi in barca, ho accusato un pizzico di tensione, ma alla fine è arrivata una splendida vittoria", le parole di Mager, appunto al terzo centro in carriera dopo quelli conquistati a Coblenza (battendo lo spagnolo Ortega-Olmedo) e a Barletta (superando il serbo Milojevic), mentre il ligure aveva perso lo scorso anno all'ultimo atto a Milano nel 2018 (sconfitto dal serbo Djere). 

Rimangono 21 invece i trofei challenger nella bacheca del 37enne senese, alla finale numero 40, la seconda nel 2019 dopo quella persa a Manerbio con Federico Gaio (l'ultimo titolo di Lorenzi lo scorso anno a Cordenons). Una battuta d'arresto che non ha minato il buon umore di Paolo. "Sono molto contento di quanto ho saputo fare – dice il tennista classe ’81 -. Anche oggi, pur partendo male, ho raddrizzato la sfida, costruendomi delle chance e alla fine sono soddisfatto di questa settimana. Io spero di essere un esempio per i ragazzi più giovani e mi auguro che si possano costruire una carriera migliore della mia. Bisognava cambiare circolo per vedermi arrivare in finale: ai Faggi ero sempre uscito, stavolta è andata decisamente meglio...".

11d78408-8df4-49a7-8352-d59c8aff35aa
Play

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi