Circuito Itf, al Nord Tennis il 12° Trofeo Ma-Bo

Sette giorni di grande spettacolo dall’8 al 14 luglio. In palio anche una Fiat Panda per la migliore del singolare

di Comunicato stampa torneo | 09 luglio 2019

Tutto pronto al Nord Tennis Sport Club di Torino per l’inizio dell’12° Trofeo Ma-Bo, 25.000 $ ITF femminile che rappresenta ormai un classico del movimento nazionale. Lunedì 8 luglio prenderà il via il tabellone delle qualificazioni, che proseguirà martedì 9 luglio e decreterà le otto giocatrici che entreranno tra le big del main draw, pronto a mettere in campo i primi match proprio nella stessa giornata di martedì. Finale prevista per domenica 14 luglio, come da tradizione alle 11. Sabato 13 la finale del draw di doppio, che prenderà il via martedì 9 luglio. Alla presentazione, presso la sede del circolo (corso Appio Claudio 116 a Torino), il direttore di torneo Barbara Garbaccio, il presidente del circolo, Luca Politi e Stefano Busnelli, relazioni esterne di Ma-Bo, azienda che per il 12° anno consecutivo lega il proprio nome alla manifestazione.
“Una rassegna – sottolinea il direttore del torneo Barbara Garbaccio – che fotografa la continuità organizzativa del nostro circolo, da sempre in primo piano per quanto concerne la proposta di appuntamenti internazionali di buon livello. Le giocatrici hanno dimostrato negli anni di apprezzare quanto abbiamo fatto e cerchiamo costantemente di fare per offrire loro le migliori condizioni per esprimersi. Nelle prime 11 stagioni nel Ma-Bo ci siamo impegnati per curare il dettaglio e da alcuni anni abbiamo anche fatto il salto di qualità portando il montepremi a 25.000 $. Lo spettacolo sarà come sempre tutto da vivere e invitiamo ad assistere alle gare tutti quanti, soci e appassionati, amano il tennis e lo sport in genere. L’ingresso sarà gratuito per l’intera durata della manifestazione”. Il torneo avrà un sito dedicato che verrà aggiornato in tempo reale, con fotografie, testi e video. Nel 2019 un valore aggiunto è rappresentato dal premio per la vincitrice, che oltre a quello legato alla suddivisione della “torta” complessiva di 25.000 $ potrà uscire dalla contesa con una Fiat Panda, unicum in Italia per rassegne di tale categoria. Si continua dunque a crescere, come promesso nelle precedenti edizioni.

Le protagoniste
Attualmente il main draw che si desume dall’acceptance list vede in vetta due giocatrici svizzere, Conny Perrin, numero 153 Wta (priorità 3) e Ylena In-Albon, numero 184 (priorità 1). Seguono in lista la croata Tereza Mrdeza, altra top 200 Wta (195) e la turca Basak Eraydin (206). Molte le nazioni rappresentate, come dimostra la panoramica dei nomi, ancora in divenire. Troviamo ancora la cinese Shilin Xu, 212 Wta, la britannica Bains (229), l’ungherese Dalma Galfi (237), la russa Ivakhnenko (248), l’austriaca Grabher (282). La prima italiana in acceptance list è la toscana Jessica Pieri (288 Wta), seguita dalla pescarese Anastasia Grymalska. Completano il quadro la giapponese Moramatsu e l’altra magiara Reka Luca Jani, già tra le giocatrici dell’US Tennis Beinasco (come la Grymalska) nelle serie A1 e A2 a squadre. Attualmente in qualificazione ma in “odore” di main draw la russa Melnikova, la trentina Deborah Chiesa, che tre stagioni fa aveva vinto il torneo torinese iniziando la scalata verso la top 200 Wta e la convocazione in Fed Cup, l’altra azzurra Gaia Sanesi, così Stefania Rubini e Lucia Bronzetti. Da seguire anche Martina Caregaro e Anna Turati.

Le wild card
Sono state svelate in conferenza stampa, sia quelle assegnate dal circolo che dalla federazione, per entrambi i tabelloni. Andranno in main draw a Martina Colmegna, 443 Wta per decisione del circolo e per assegnazione FIT alla siciliana Dalila Spiteri (493 Wta) e alla brianzola Bianca Turati, attuale numero 559 del ranking mondiale e già in luce nei tornei che sta disputando in questo periodo dopo la stagione universitaria (la seconda consecutiva) trascorsa ad Austin. Ed ancora ad Andrea Gamiz, numero 350 Wta, cancellata per un problema tecnico dal torneo e tornata in gara con la carta concessale dal circolo. In qualificazione saranno invece di Elisabetta Cocciaretto, uno degli astri emergenti del tennis azzurro al femminile, a Federica Trevisan e Diletta Cherubini. Alle giovanissime (2004) Lida Noscova e Tea Lukic, la prima numero 109 del ranking under 18 pur essendo ancora under 16.

Un grande presente e un grande passato
Un mix di esperienza e gioventù ha sempre caratterizzato il torneo. Vincere al Nord Tennis significa assicurarsi un futuro nel tennis che conta. Lo dice la storia della manifestazione, ultraventennale, sia a livello femminile che maschile. E’ sufficiente citare per averne conferma qualche nome finito nell’albo d’oro della rassegna. Tra gli uomini David Nalbandian, che lo vinse da giovanissimo; tra le donne Marion Bartoli, poi trionfatrice a Wimbledon, e Kaia Kanepi. Tra le presenze illustri ricordiamo anche quelle di un’emergente Flavia Pennetta e, tre stagioni fa, della svizzera Romina Oprandi, semifinalista.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi