Da Roma i primi tre punti ATP per Federico Iannaccone

Arrivano dal Roma Garden Open del Challenger Tour i primi 3 punti ATP per il tennista campobassano Federico Iannaccone

di COMITATO | 05 agosto 2019

Dopo l’exploit della scorsa settimana nel 25mila dollari ITF di Santa Margherita di Pula (CA) dove aveva compiuto l’impresa battendo con lo score di 63 62 il britannico Lloyd Glasspool, testa di serie numero 1 del torneo, per poi uscire ai quarti contro il marchigiano classe 2001 Emiliano Maggioli (finalista del torneo), arrivano dal Roma Garden Open del Challenger Tour i primi 3 punti ATP per il tennista campobassano Federico Iannaccone. Nella giornata di ieri il 20enne molisano ha sconfitto in rimonta lo slovacco (n. 333 Atp) Alex Molcan 67(4) 63 64 conquistando la posizione 596 del ranking mondiale.
Federico ha sfruttato al meglio la wild card ricevuta conquistando la seconda vittoria in carriera in un main draw a livello Challenger dopo quella ottenuta a Cordenons nel 2018 (per ritiro di Dutra Silva, sotto 5-0 al terzo). Scambi lunghi e ben 121 punti giocati (su 237 totali) in un primo set che avrebbe potuto demoralizzarlo, capitolando al tie-break nonostante un vantaggio di 4-1 e servizio. Nel secondo parziale, però, il numero 333 al mondo non riesce a scrollarsi di dosso il nostro Iannaccone che allunga la contesa al terzo, vissuto ancora tra alti e bassi: dal 4-2 e palla del 5-2, Molcan riesce a rientrare in carreggiata sul 4-4 prima di cedere i successivi due game. Nel secondo turno, tuttavia, Federico ha sfidato e perso contro il numero 6 del seeding, lo slovacco Josef Kovalik: 60 62 il punteggio finale maturato in poco più di un’ora in cui la fatica dei tre set del giorno precedente s’è fatta sentire per il campobassano che si è arreso al 26enne n. 133 ATP (best ranking 80) con tantissima esperienza in questi tornei sulle spalle.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi