Fit-Tpra, per 322 la Lombardia sembra l'Australia

Quasi 350 amatori divisi in 24 tabelloni diversi. Non solo Milano ma anche altre 6 province coinvolte, 12 circoli ospitanti, con in pole position lo Sporting Milano 3 e il Tc Ambrosiano. Sono i numeri del primo evento SuperSlam del calendario amatoriale 2020. In finale anche una... “Iena”

06 febbraio 2020

229 tornei in contemporanea, fra l’ultimo week-end di gennaio e il primo di febbraio. 55 province coinvolte e oltre 100 circoli. E un totale di iscrizioni che ha raggiunto le 2.777. Sono i numeri del successo su scala nazionale dell’Australian Open del circuito Fit-Tpra, primo Super Slam della nuova stagione, capace di portare in campo quasi 350 amatori nella sola Lombardia, in 24 tabelloni diversi. Coinvolte 6 province e 12 circoli, con in pole position lo Sporting Milano 3 e il Tc Ambrosiano, teatro della più grande sorpresa dell’evento. È arrivata dal doppio misto, nel quale si è interrotta la serie di titoli della coppia Pagani/Chiesa: nel 2019 i bergamaschi avevano completato il Grande Slam amatoriale (aggiungendoci anche il titolo alle Epic Finals), mentre stavolta hanno visto sfumare l’obiettivo già a gennaio, battuti da Grilli/Giunchi in finale.

Chi invece ha vinto ancora è Luigi Croci, numero 2 della Race e campione delle “Finals” nella categoria Open. Il milanese ha trionfato fra gli All Star proprio all’Ambrosiano, domando Massimo Tricomi al tie-break, ma nell’Open (sette giorni più tardi) è stato costretto ad accontentarsi del secondo posto, sconfitto all’Asd Tennis Life di Canzo (Como) da Paolo Lora. Sorprese anche allo Sporting Milano 3, dove nell’All Star la debuttante Barbara Montevergine ha giocato da tennista navigata, facendo fuori tutte e arrivando fino al titolo, mentre l’Open è andato ad Anna De Leo, che all’ultimo atto ha beffato Mariapia Iovino. Finale amara anche per la “iena” Gaetano Pecoraro, uno dei volti noti del famoso programma di Italia 1, dalla scorsa estate entrato a far parte della grande famiglia Fit-Tpra. Col suo servizio bomba e un tennis votato allo spettacolo puntava al terzo titolo nel Limit 50, ma si è dovuto arrendere a Dario Raffaele Maggio.
 
In Lombardia l’Australian Open del circuito amatoriale Fit-Tpra ha raccolto un totale di 322 iscrizioni, come detto suddivise in 24 tabelloni, dodici club e sei province diverse: Milano (Tc Ambrosiano e Sporting Milano 3), Como (Asd Tennis Life, New Lario Park e Sporting Club Insubria), Cremona (Tennis Astera, Asd Al Tennis, Tc Offanengo), Varese (Sc Saronno, Tc Angera), Brescia (Centro Tennis Cellatica) e Monza e Brianza (Asd Tennis Desio). Così l'inverno lombardo s'è fatto.. estate australiana.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi