Gemelle Turati, vincono nello stesso momento a 1.130 km di distanza

Due vittorie… gemelle. Questa volta è proprio il caso di dirlo. La storia di Anna e Bianca Turati, dalla provincia di Lecco, è già di per sé tennisticamente gustosa, ma adesso s’è colorita d’un dettaglio più unico che raro.

25 luglio 2019

Loro sono, per l’appunto, gemelle e come se non bastasse sono diventate entrambe professioniste con la racchetta. Un fatto già di per sé curioso. Non è finita, perché insieme sono andate Oltreoceano a studiare e a giocare, per la stessa squadra, nel campionato NCAA. E il bello deve ancora venire. Sì, perché le gemelle bionde, classe 1997, questa volta sono riuscite addirittura a vincere due tornei ITF del circuito pro esattamente nello stesso giorno. E alla stessa ora. Ma a 1.130 km di distanza l’una dall’altra.
Qualcosa di più unico che raro. Ciò che rende il tutto ancora più incredibile è che gli incontri, le rispettive finali, sono cominciati esattamente alla stessa ora, vale a dire le 10.30 italiane di domenica 30 giugno. Le protagoniste di questo evento ‘da non dimenticare’ sono state proprio Bianca e Anna Turati, 22 anni da Barzanò, con un passato da promesse e un presente nei College americani, precisamente alla Texas University di Austin, dove dal 2016 fanno convivere studio e sport. Ebbene, la strana domenica degli incastri famigliari ha visto Bianca protagonista nell’evento da 25 mila dollari di Tarvisio (terra rossa), dove ha superato in finale per 6-3 6-1 in un’ora e 44 minuti la brasiliana Paula Cristina Goncalves, prendendosi una gustosa rivincita sulla sudamericana che l’aveva superata a Padova solo una settimana prima. Per la lombarda, si tratta del sesto titolo in carriera, ma del più importante in assoluto, nonché del primo di questa stagione.
Nelle stesse ore, ma a Tabarka, in Tunisia, con solo un quarto d’ora d’anticipo, aveva giocato e vinto la gemella Anna, brava a superare per 6-2 6-1 la svedese Fanny Ostlund, conquistando a sua volta il primo titolo in assoluto in una prova di singolare, solo una settimana dopo il primo trionfo in doppio (ottenuto sempre a Tabarka). Proprio lei, Anna, attualmente non ha ranking Wta, ma tornerà ad averlo da agosto, quando l’Itf cancellerà definitivamente la riforma che aveva inaugurato all’inizio del 2019 e che ha avuto vita breve.
Nonostante le due vittorie ‘a braccetto’, è Bianca a essere un passo più avanti nel lungo percorso verso il tennis di alto livello con un ranking di numero 494 Wta e una prospettiva interessante. Il tutto, ovviamente, senza dimenticare lo studio. Le due, in Texas, sarebbero dovute restare soltanto per nove mesi, il tempo per un’esperienza di vita utile al proseguimento dell’attività in Italia. Invece gli Stati Uniti si sono mostrati talmente accoglienti che le gemelle lombarde hanno deciso di restare per quattro anni almeno. Studiando fisioterapia (Anna) e Sport Management (Bianca). Magari si laureeranno insieme. Certo sarebbe più semplice che vincere due tornei di tennis professionistico, alla stessa ora, a 1.130 km di distanza. Cose da... gemelle.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi